CONDIVIDI
Max Biaggi (©Getty Images)

In pochi minuti ha fatto il giro di tutto il mondo la notizia dell’improvvisa scomparsa di Ralf Waldmann, centauro di primo piano del motomondiale tra il 1986 e il 2002.

Tra i primi a reagire alla tragica news che succede di pochi giorni a quella altrettanto inaspettata del calciatore della Fiorentina Davide Astori e della giovane promessa del Tours Thomas Rodriguez è stato Max Biaggi, che ha deciso di affidare ai social network il suo messaggio di cordoglio per la morte di uno dei suoi grandi rivali in epoca classe 250, in particolare negli anni 1996 e 1997 quando il rider di Hagen era giunto alle sue spalle. Su Twitter accanto al cinguettio in italiano, il sei volte iridato romano ha voluto lasciare un pensiero in tedesco. “Ci hai lasciato troppo presto Waldy! Ci mancherai”, si legge.

Per il momento si conosce davvero poco delle cause che hanno portato al decesso del 51enne. Si sa soltanto, secondo quanto riportato da Speed Week, che il corpo senza vita del pilota passato poi al commento delle gare per Eurosport, è stato trovato dalla compagna Heike, in ansia non vedendolo tornare dopo essere andato a casa dei genitori per una riparazione all’impianto di riscaldamento.

Vincitore per la prima volta nel 1991 proprio in Germania in 125 cc, Waldmann ha vissuto la sua fase migliore quando si è trovato a fronteggiare Biaggi. Passato nel 1998 in 500 nella squadra di Kenny Roberts, nel 1999 farà ritorno nella quarto di litro correndo fino al 2000 e disputando ancora tre round da wild card nel 2002.

A rendere subito omaggio a Ralf, seppure di un’altra generazione anche Jorge Lorenzo, che sempre su piattaforme sociale ha scritto: “Riposa in pace campione”.

Chiara Rainis

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori