CONDIVIDI
Marc Marquez ad Austin
photo Twitter

MotoGP Austin: ordine di arrivo, vittoria schiacciante di Marc Marquez.

Sono bastate poche curve a Marc Marquez per conquistare la testa del gruppo dopo essere partito dalla quarta posizione. El Cabroncito ha optato per la dura al posteriore (idem Andrea Dovizioso e Jorge Lorenzo), mentre le Yamaha di Maverick Vinales, Valentino Rossi e Johann Zarco hanno preferito la media al posteriore (idem Dani Pedrosa). Andrea Iannone resta incollato agli scarichi di Marc, prova l’affondo nei primi giri, ma la Honda RC213V ha più gas da sprigionare e dopo 5 giri scava un gap di oltre 2 secondi dagli inseguitore, di 4,5 secondi a metà gara, di circa 7 dopo il traguardo.

Dopo sei giri Maverick Vinales va a prendersi la seconda posizione lasciando Rossi e Iannone alle prese con il loro ennesimo duello in carriera, ma Valentino Rossi non riesce a dare l’assalto al pilota Suzuki e deve rinunciare al podio. Cal Crutchlow cade all’ottavo giro in curva 20 e rende vita più facile ad Andrea Dovizioso che a quattro giri dal traguardo riesce a sferrare il sorpasso a Johann Zarco e a conquistare la quinta posizione e mantiene la leadership del Campionato di MotoGP. Encomiabile la prestazione di Dani Pedrosa che a poco più di una settimana dall’intervento al polso destro riesce a concludere la gara al 7° posto lasciandosi alle spalle Jack Miller. Un’altra gara difficile per Jorge Lorenzo che deve accontentarsi dell’11esima piazza finale davanti al collega di marchio Danilo Petrucci.

Marc Marquez resta imbattuto ad Austin e conquista la sesta vittoria in sei edizioni, oltre alla pole position e a segnare il giro veloce: “Per me è stata una questione di strategia, il posteriore è andato bene. Non avevo la fiducia di battagliare, ho preso la fuga all’inizio e abbiamo preso i 25 punti”.

1
M. MARQUEZ
41:52.002
2
M. VIÑALES
+3.560
3
A. IANNONE
+6.704
4
V. ROSSI
+9.587
5
A. DOVIZIOSO
+13.570
6
J. ZARCO
+14.231
7
D. PEDROSA
+18.201
8
T. RABAT
+28.537
9
J. MILLER
+28.671
10
A. ESPARGARO
+28.875