CONDIVIDI
Andrea Iannone
Andrea Iannone

Andrea Iannone chiude al comando il venerdì di prove libere ad Austin. L’obiettivo è la prima fila e il rinnovo di contratto.

Andrea Iannone ha beffato Marc Marquez nella seconda sessione di Prove Libere del GP di Austin con un giro incredibile di 2’04″599, a +56 millesimi dal campione spagnolo. L’asfalto polveroso e sporco non ha frenato il pilota di Vasto che ha necessitato di un periodo di adattamento in FP1. Un grande risultato se si considera che sabato è prevista pioggia e quindi la top-10 dovrebbe restare invariata in vista della Q2

Andrea Iannone si è inserito nella Top 3 all’inizio della FP1 e ha passato la maggior parte della sessione mattutina nella Top 10. Ha concluso la prima sessione in ottava posizione (2: 07.093) dimostrando di essere il pilota più veloce nel settore 4. Nella FP2 la pista è diventata più calda e pulita, consentendo a tutti i corridori di aumentare il proprio ritmo. Andrea ha passato la maggior parte della sessione al 2° posto, ma è scivolato al 10° mentre gli altri piloti sono passati alle gomme morbide e hanno iniziato a fare giri veloci. Con pochi istanti di sessione rimasti, l’italiano ha fatto un giro straordinario in 2’04.599 e ha ottenuto il 1° posto nonostante abbia utilizzato una combinazione medio-morbida. È stato anche il più veloce in entrambi i settori 2 e 4.

“Ho un buon feeling su questo circuito e un buon feeling con la moto – ha dichiarato Andrea Iannone -. Le condizioni sono difficili perché la pista è sporca, ma è uguale per tutti. Sono davvero contento perché oggi abbiamo lavorato bene e la cosa più importante è continuare così domani e rimanere concentrati. Sicuramente l’obiettivo per noi è quello di rimanere al top durante le qualifiche, perché i sorpassi sono difficili, quindi è meglio iniziare in prima fila per la gara. È difficile recuperare dal retro e più difficile mostrare il nostro potenziale. Speriamo di migliorare domani e credo che tutto sia possibile perché mi sento positivo e pronto a lottare per la vetta”.

Le dichiarazioni di Brivio e Rins

Probabilmente le voci di mercato rappresentano un ulteriore stimolo per Andrea Iannone, visto che c’è in ballo il rinnovo di contratto. Non mancano le alternative (Aprilia e KTM), ma la priorità del pilota abruzzese è restare in sella alla GSX-RR e proseguire il lavoro di feeling intrapreso la scorsa stagione.
“Certo che è bello essere in prima posizione, anche se è solo venerdì – ha commentato Davide Brivio -. Ne ricavo risultati positivi perché Andrea ha avuto un buon passo per tutta la sessione ed è stato veloce per diversi giri. E questo nonostante il fatto che stiamo ancora lavorando sul setup della moto e provando cose diverse, quindi è stato molto buono. Sono anche contento che Alex sia riuscito a migliorare la moto alla fine della sessione e rimanere nella Top 10 – ha aggiunto il team manager Suzuki -. Questo potrebbe essere importante domani se piove. Quindi continueremo a lavorare con entrambi i piloti, per migliorare ed essere pronti per domenica”.

Suzuki in avanti anche con Alex Rins che, dopo il podio di Rio Hondo, chiude il venerdì di Austin al sesto posto: “Sono abbastanza contento perché abbiamo fatto un buon lavoro dal primo turno in poi e siamo stati in grado di regolare bene la moto per la FP2 ed è stato meglio. Con la gomma da gara mi sento forte e ho un buon passo, abbiamo ancora bisogno di lavorare un po’ sul setup, ma stiamo andando in una buona direzione. Di solito il nostro ritmo sul bagnato è buono e mi piace molto, quindi vedremo cosa succederà domani”.

 

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori