Andrea Dovizioso
photo Twitter

MotoGP Austin, Andrea Dovizioso: “Sono deluso, ecco dove ho sbagliato”

Andrea Dovizioso salta l’appuntamento con la Q2 e dovrà partire dalla 13esima piazza in griglia di partenza. Un bel nodo da sciogliere per il vicecampione del mondo che sa quanto possa incidere un simile errore nella lotta per il titolo mondiale.

Un errore di strategia nelle FP2 che può pagare a caro prezzo, su un circuito dove i tratti per sorpassare sono pochi e rischiosi, con brusche frenate che inducono facilmente a finire fuori pista. La strategia gomme sarà fondamentale per Andrea Dovizioso, chiamato ad una serie di sorpassi nei primi giri per non perdere terreno dal gruppo di testa che andrà formandosi con Marc Marquez certamente davanti. “Sarebbe stato molto importante qualificarsi per le prime tre file, purtroppo non ci sono riuscito”, ha detto il pilota Ducati e vincitore del Qatar. “Questo è deludente. Non pensavo che le condizioni della pista dopo l’FP4 fossero davvero buone. Ecco perché volevo solo fare un run in Q1 con diversi giri invece di due run. Quindi sono rimasto ai box per due minuti nella speranza che le condizioni della pista migliorassero alla fine della sessione”.

Dovizioso studia la rimonta

Le condizioni della pista erano ottimali sin dal primo minuto, un errore di valutazione che lo ha condannato ad essere beffato da Lorenzo e Petrucci per pochi millesimi. “Ho perso l’ascesa alla Q2 di 0,016 sec. È stato molto brutto, perché su questa pista la nostra velocità non è meravigliosa, ma abbiamo la possibilità di guidare nel gruppo dietro a Marc. Il nostro ritmo è molto simile al ritmo di Valentino, Miller, Rins e Maverick. Pertanto, sarebbe stato importante poter guidare vicino a loro. Se posso spingere dal 13° posto, non lo so. Perché la distanza dall’inizio alla prima curva è molto piccola qui. Ci sono posizioni da superare, ma c’è solo una linea sulla maggior parte della pista”.

In casa Ducati c’è un certo malumore per la mancata conquista della Q2: “Non siamo in una situazione molto buona. Ma è così. Devo stare calmo e fare una buona scelta di gomme. Questo è ancora aperto, avanti e indietro. Ci sono molti punti interrogativi. I dossi possono darci più problemi dei nostri avversari, ma ho avuto molti più problemi con il vento, nelle curve veloci ero troppo lento. Non si poteva frenare esattamente come al solito. Ecco perché non ho potuto guidare tempi molto buoni, sono molto deluso”. Le sensazioni del pregara non possono che essere contrapposte: “Penso che domenica sarà buono per noi come venerdì. Ma sfortunatamente sono troppo indietro”.

Se vuoi essere aggiornato solamente sulle notizie di tuo interesse, è arrivata l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore