CONDIVIDI
Valentino Rossi davanti a Jorge Lorenzo
Valentino Rossi davanti a Jorge Lorenzo (getty images)

La lotta per il titolo 2015 della MotoGP sarà probabilmente un affare interno alla Yamaha, con Valentino Rossi e Jorge Lorenzo distaccati di appena dieci punti in classifica iridata. Il team di Iwata ha ottenuto sette vittorie su otto, quattro a favore del pilota maiorchino e tre del pesarese.

Una scia di successi interrotta solo dalla vittoria di Marc Marquez ad Austin. Un curriculum che lascia presupporre uno sprint finale assai emozionante tra i due compagni di squadra e storici rivali, che probabilmente si protrarrà fino all’ultima gara sul circuito di Valencia.

Valentino è in testa alla classifica sin dal primo Gran Premio, ma la sfida con Lorenzo si preannuncia assai difficile e il suo terzo posto ad Assen non può far dormire sonni tranquilli: “La mia esperienza può certamente aiutarmi, ma è difficile”, ha spiegato Rossi in un’intervista a Speedweek.com. Gli altri ragazzi sono molto forti, soprattutto Jorge. Lui è molto veloce. Sembra che quest’anno abbiamo una buona moto. La Yamaha è molto competitiva. Questo ci aiuta molto. Ma la mia esperienza può aiutarci nelle prossime gare”.

La YZR-M1 può adesso contare su un nuovo telaio che ha apportato piccoli ma significanti progressi in gara, soprattutto nella seconda parte di gara: “Yamaha stava cercando di migliorare il feeling con la moto e renderla ancora più facile da guidare. Inoltre più aderenza deve essere generata quando il pneumatico è degradato – ha sottolineato Valentino Rossi -. Quelli erano gli obiettivi… Ci è sembrato molto buono e rende le cose più facili in generale. Con questi pneumatici è importante che la moto sia facile da guidare, soprattutto quando gli pneumatici hanno effettuato 10 o 15 giri”.