CONDIVIDI
Tony Cairoli (Getty Images)

Avevamo lasciato Tony Cairoli nel 2017 sul tetto del mondo e lo ritroviamo pochi mesi dopo ancora una volta sul tetto del mondo. L’obiettivo per questa stagione è abbastanza chiaro: eguagliare finalmente il record di mondiali vinti da parte di Stefan Everts.

Per cominciare la nuova stagione, Tony Cairoli ha preso parte agli Internazionali d’Italia di Motocross. Il pilota siciliano è scattato subito al comando della MX1. Purtroppo il suo sfidante più agguerrito, Herlings è caduto alla prima curva ed è stato anche colpito da un altro pilota. L’olandese però fortunatamente è riuscito a rialzarsi e a proseguire la propria corsa.

Continua l’anonimato del motocross

A fine gara però a trionfare ci ha pensato Tony Cairoli, che ha dominato l’intera gara dall’inizio alla fine. Alle sue spalle Anstie e Van Horebeek, che ha avuto la meglio su Gautier Paulin praticamente sul traguardo. Giornata speciale per gli italiani con Alessandro Lupino che ha chiuso nella top10.

Appuntamento a domenica alle 15:50 quando si terrà la gara finale mista dove si sfideranno i migliori piloti della MX1 e della MX2. Resta sempre un po’ di amaro in bocca nel dover parlare di un evento così importante in cui i nostri piloti stanno facendo grandi cose, purtroppo completamente snobbato dai media nazionali.

Proprio qualche mese fa, in un’intervista in esclusiva ai nostri microfoni, Tony Cairoli si era sfogato, lamentandosi nel fatto che in Italia il Motocross viene spesso snobbato dalle televisioni. Nonostante le vittorie del campione di Patti, infatti, questo sport continua restare intruppato nel fango del quasi anonimato nazionale.

Antonio Russo