CONDIVIDI
Enea Bastianini
Enea Bastianini (getty images)

Nella prima tappa del Motomondiale 2015 in Qatar Enea Bastianini, pilota riminese del team Honda Gresini, ha impressionato tutti conquistando il secondo gradino del podio. Il giovane rider classe 1997 ha iniziato a correre con le minimoto, ottenendo il titolo europeo della MiniGP70 nel 2011 e nel 2012 ha vinto il titolo nazionale nel trofeo dedicato alle Honda NSF250R, ottenendo il titolo nazionale nel 2012.

Dopo un 2013 trascorso nella Red Bull MotoGP Rookies Cup nel 2014 approda in Moto3 con lo Junior Team GO&FUN di Fausto Gresini, con compagno di squadra Niccolò Antonelli, chiudendo la stagione al nono posto in sella ad una Ktm. Da quest’anno ha a disposizione una Honda con cui sembra aver preso subito confidenza, “ma mi sentirei ancora meglio se avessi effettuato un po’ più di test, ma il tempo non è stato clemente – ha affermato Enea -. Però abbiamo trovato una buona base. Rispetto al primo test a Valencia, abbiamo cambiato radicalmente la mia moto”, ha confessato in un’intervista a Speedweek.com.

Il passaggio da una Ktm alla Honda non è stato ‘traumatico’, “non c’è grande differenza”, anche se la Honda è più aggressiva quando apro il gas, cosa che preferisco”, ha aggiunto Enea Bastianini. Ed ora è considerato tra i pretendenti al titolo iridato della Moto3, insieme a Romano Fenati dello Sky Racing Team VR46. Ma il pilota romagnolo conosce bene il suo ex compagno di squadra e sottolinea: “Non bisogna dimenticare Antonelli. Penso che stia facendo molto bene”.