CONDIVIDI
Johann Zarco
Johann Zarco (©Getty Images)

Johann Zarco è uno dei pezzi pregiati del mercato MotoGP, dato che pure lui come altri colleghi ha un contratto in scadenza a dicembre 2018. Diversi team lo vorrebbero ingaggiare.

Laurent Fellon, amico e manager del pilota francese, è in contatto con più squadre. Ancora non è chiaro quale scelta farà il due volte campione del mondo Moto2. Ovviamente lui punta ad avere una moto ufficiale. In Yamaha le porte del team factory Movistar sono chiuse dai rinnovi di Maverick Vinales e Valentino Rossi. Anche se Lin Jarvis non ha escluso che ci possa essere una terza M1 ufficiale per Zarco in una struttura clienti. Però ci sono pure altre opzioni al vaglio del rider transalpino e del suo entourage.

MotoGP, Laurent Fellon e la situazione di Johann Zarco

Laurent Fellon a Paddock-GP.com, in merito al futuro di Johann Zarco non si è voluto troppo sbilanciare granché: “I negoziati sono a posto, tutto sta andando bene. E’ troppo presto per parlare dell’annuncio, per lo meno attenderemo Jerez. Non vogliamo fare annunci come gli altri. C’è Honda, c’è KTM, c’è Suzuki, e dovremo aspettare che succeda qualcosa. Dobbiamo smettere di piazzare i piloti prima che inizi il campionato. Prima della prima gara, tutti vogliono già sapere dove andranno. Dobbiamo aspettare un po’, per rispetto dei nostri sponsor e dei nostri partner”.

Prima di Jerez difficilmente si conoscerà il futuro dell’attuale rider del team Tech3 Yamaha. Il suo manager ritiene che gli annunci non debbano essere fatti troppo presto. Però bisogna dire che molto dipende da ogni singola situazione. Siamo sicuri che se Zarco avesse ricevuto un’offerta importante da Yamaha, Honda o Ducati prima del Qatar avrebbe firmato pure lui con largo anticipo. Invece lo scenario per lui non è del tutto chiaro. La chance più importante per Johann sarebbe quella di andare in Honda come compagno di Marc Marquez nel team ufficiale Repsol. Bisogna vedere se effettivamente la casa di Tokio dopo tanti anni divorzierà da Dani Pedrosa.

Fellon ha nominato anche KTM e Suzuki, che però sono opzioni secondarie rispetto ad Honda. E se Suzuki sta almeno dimostrando di essere in ripresa dopo un 2017 deludente, invece KTM non ha certo impressionato tra test e gara in Qatar. Hervé Poncharal vorrebbe portarlo con sé nella casa austriaca, però il pilota francese punta a vincere e questo trasferimento non gli darebbe alcuna garanzia.

Il manager di Zarco ha anche chiarito gli obiettivi per il 2018: “Finire tra i primi sette nel Campionato del Mondo. E vogliamo vincere una gara. E perché non due, se è possibile”. Dopo essere stato il miglior rookie MotoGP del 2017, con tre podi conquistati, per quest’anno si punta a un salto di qualità.

 

Matteo Bellan