CONDIVIDI
Johann Zarco
Johann Zarco (©Getty Images)

Johann Zarco ha stupito l’anno scorso e vuole fare altrettanto nel 2018. Con un anno in più di esperienza in MotoGP e la consapevolezza di potersela giocare può fare molto bene.

Il forte pilota francese dovrà anche pensare al futuro. Il suo contratto è in scadenza a fine 2018 e ad oggi non è chiaro cosa possa fare. Hervé Poncharal lo terrebbe volentieri con sé in KTM col team Tech3. Tuttavia, la moto austriaca ha una competitività ancora tutta da verificare e serviranno delle gare per capire meglio il livello. Non è esclusa una permanenza in Yamaha, comunque. Anche se le porte del team Movistar sono chiuse dai rinnovi di Maverick Vinales e Valentino Rossi, ci potrebbe essere una M1 ufficiale ulteriore per Zarco nel prossimo team clienti della casa di Iwata.

MotoGP, Zarco punta a sostituire Pedrosa in Honda?

Ma la grande possibilità per Johann Zarco di correre in una squadra factory potrebbe venire dalla Honda. Se Marc Marquez ha già rinnovato, invece rimane in bilico la situazione di Dani Pedrosa. Il 32enne di Sabadell dal 2006 corre col team Repsol, senza essere riuscito a vincere titoli in MotoGP. E’ un buon secondo ed è apprezzato dalla casa di Tokio. Tuttavia, non è escluso che dopo tante stagioni le parti possano decidere di cambiare.

Zarco sarebbe ben lieto di approdare in Honda: “Perché avere paura? Essere il compagno di squadra di Marquez potrebbe essere una bella cosa – riporta Crash.net -. E’ una sorta di dream team quello Repsol. Ricordo da bambino le immagini di Mick Doohan, poi lì c’è stato Valentino Rossi e infine Marquez. E’ sempre un bel team da vedere”.

Andare nel team Repsol sarebbe la soluzione probabilmente migliore per Johann. Avere un compagno come Marquez forse può essere impegnativo, però il francese sembra uno tranquillo e che non si fa intimidire da nulla. Si sente in grado di dare del proprio meglio anche sotto grossa pressione.

Comunque è ancora presto per dire cosa farà Zarco in MotoGP nel biennio 2019-2020: “Ho bisogno di aspettare e prendermela comoda, penso. Faccio le prime tre gare e poi lo sapremo. Le prestazioni della moto sono un fattore importante nella decisione, sicuramente. Ma poi vedrò anche quali opportunità mi arriveranno. Ho fatto grandi test, ma fare grandi gare farà la differenza”.

L’attuale pilota della squadra Tech3 Yamaha sogna un trattamento ufficiale. Quello è il suo sogno. Ovviamente punta ad averlo all’interno di un team con moto competitiva. Ambisce a giocarsi podi, vittorie e titoli. Dovrà valutare bene le offerte sul piatto e decidere.

 

Matteo Bellan