CONDIVIDI
Valentino Rossi (©Getty Images)

Nella giornata di ieri il circuito di Misano era riservato agli allievi della VR46 Academy e a Valentino Rossi. Dopo i pochi giri di lunedì pomeriggio il pilota di Tavullia è tornato in pista martedì pomeriggio. Anche stavolta la pioggia ha rallentato i lavori, ma intorno alle 15:30 è rotolato sulla R1 stradale compiendo una ventina di giri nell’arco di un paio d’ore.

Se fino a lunedì sera regnava un po’ di pessimismo, per via del dolore alla gamba destra operata, il giorno dopo sembra quasi certo che il Dottore sarà ad Aragon, quantomeno per le prime prove libere del venerdì. Infatti tra una Yamaha stradale e una MotoGP c’è una bella differenza di sforzo fisico, di postura e stile di guida. Lunedì erano presenti anche Massimo Meregalli, Silvano Galbusera, ripartiti per Gerno di Lesmo nella stessa serata. Nel frattempo sul circuito spagnolo viene montato il suo motorhome…

Rossi attende l’ok dei medici

Con tutta probabilità domani Valentino Rossi volerà in direzione Aragon e scenderà in pista almeno per le FP1, quando tra l’altro è prevista pioggia. Poi deciderà se continuare o lasciare spazio a Michael Van der Mark. Tra l’altro dovrà superare anche le visite mediche in circuito da cui dovrà ottenere il nulla osta. Solo pochi giorni fa ha tolto i punti e i rischi in caso di caduta potrebbero essere consistenti. In caso di gara sarebbe meglio pensare più ad un allenamento in vista delle prossime gare in Oriente, prima di puntare tutto sulla stagione 2018.

A 20 giorni dall’intervento a tibia e perone, in seguito all’infortunio rimediato in sella a una enduro vicino a Urbania, rivederlo in pista ha già del miracoloso. Considerata anche l’età, 38 anni, e la voglia di tornare in pista di un ragazzino… è uno sforzo che contribuisce a gettare legna sul fuoco della sua leggenda. “Alla visita assisterò anch’io” ha spiegato il professor Xavier Mir, responsabile medico della MotoGP, a ‘La Gazzetta dello Sport’. “Ma potrò solo fornire un consulto e dare la mia opinione, la parola ultima sarà del responsabile medico del circuito. L’esame si baserà sulle ultime radiografie fatte da Valentino, nonché dalla sua deambulazione: se è in grado di camminare senza stampelle, se piega la gamba, se ha forza sufficiente nell’appoggio dell’arto”.

 

 

 

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori