CONDIVIDI
Valentino Rossi a Jerez (©Getty Images)

Il week-end andaluso inizia in salita per Valentino Rossi. Solo 12esimo al termine della FP2, 1,2 secondi di gap dalla vetta e un feeling difettoso con la Yamaha M1 sia sul bagnato che sull’asciutto. Al pomeriggio il pesarese ha provato a montare la nuova carenatura aerodinamica già vista nei test di Sepang, ma non ha portato vantaggi.

Il circuito di Jerez doveva essere favorevole alle Yamaha. Ma le prime prove libere sembrano aver ribaltato i pronostici, con le Honda nettamente in avanti. Valentino Rossi non è il tipo che si nasconde. “E’ stata una giornata difficile. Ero un po’ preoccupato perché era bagnato al mattino, ma è stato ben accetto, perché avevamo bisogno di girare con la pioggia sulla nuova moto. Non sembrava buono, abbiamo sofferto, mentre nel 2016 è stato tutto facile con la moto dell’anno precedente sul bagnato”.

16esimo sul bagnato, 12esimo sull’asciutto. Jerez non sembra più terreno fertile per il campione di Tavullia, che qui lo scorso anno ha ottenuto pole, giro veloce e vittoria. “Non riuscivo a girare abbastanza veloce, abbiamo avuto anche troppo slittamento delle ruote. In accelerazione era ancora peggio. Nel pomeriggio le condizioni erano migliori, era quasi asciutto, ma c’erano alcuni angoli ancora umidi. Questo era qualcosa di pericoloso, non si poteva rischiare al 100% – ha sottolineato il Dottore -. Ho avuto problemi anche in FP2. Sabato bisogna fare meglio. Ci auguriamo che i prossimi due giorni siano soleggiati”.

Fino alla scorsa stagione la pioggia sembrava essere una marcia in più per Valentino Rossi. Con la YZR-M1 2017 il bagnato sembra essere un grosso problema, anche per Vinales. Nella FP3 bisognerà non solo trovare il giusto set-up, ma anche piazzarsi nella top 10, onde evitare di dover passare per le “forche caudine” della Q1. “Purtroppo oggi la sensazione con la M1 era simile alla prima gara. Nel 2016 sono stato molto veloce qui dal primo giorno, nei tre giorni ero a mio agio. Ora ho problemi, non troviamo l’equilibrio. Abbiamo bisogno di più tempo per capire questa moto”. Ma il tempo è denaro, anzi. Perdere tempo significa perdere punti preziosissimi.

Luigi Ciamburro

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori