CONDIVIDI
Valentino Rossi sulla Yamaha nelle prove della MotoGP in Qatar 2019 (Foto MotoGP)
Valentino Rossi sulla Yamaha nelle prove della MotoGP in Qatar 2019 (Foto MotoGP)

MotoGP | Valentino Rossi non va. E il motivo rimane un mistero

Che cosa è successo a Valentino Rossi? Dopo le prove libere del Gran Premio del Qatar di ieri, questa domanda se l’era posta tutto il paddock della MotoGP, a dir poco sbalordito nel vedere il Dottore sprofondare dal primo posto nel turno mattutino al sedicesimo in quello pomeridiano. Il problema più grande, però, è che perfino il diretto interessato non sembrava possedere la risposta: anzi, si limitava ad annotare come un microscopico aggiustamento dell’assetto della sua Yamaha tra le due sessioni fosse bastato a sconvolgere il comportamento della moto, che improvvisamente si era messa a distruggere il lato destro della gomma anteriore.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Valentino Rossi indietro in griglia di partenza

E così, nel box del numero 46, gli ingegneri si sono subito messi alla disperata ricerca di quel presunto errore, di quel piccolo dettaglio che era bastato a sbilanciare l’equilibrio della M1, come mai era accaduto nei test svolti la scorsa settimana sempre qui in Qatar. Qualunque fosse la soluzione che i tecnici di Vale hanno cercato, alla prova dei fatti non ha funzionato. Nella terza sessione di libere, il fenomeno di Tavullia ha perfino provato l’impossibile, montando una coppia di gomme morbide nuove per tentare l’ingresso nei primi dieci e dunque la promozione diretta alla fase finale delle qualifiche. Fallito questo tentativo, come era logico aspettarsi dato che la pista di Losail è molto più lenta al mattino, dunque, Valentino Rossi è stato costretto a passare per l’imprevedibile tagliola dell’eliminatoria. E nemmeno in questa occasione è mai riuscito a impensierire le due Honda clienti di Cal Crutchlow e Takaaki Nakagami (che alla fine hanno passato il turno), pur chiudendo alla bandiera a scacchi a soli 106 millesimi dal giapponese. Il suo risultato finale è il quattordicesimo posto, che lo costringerà a prendere il via della gara di domani addirittura dalla quinta fila della griglia di partenza. Troppo indietro, perfino per uno abituato a fare i miracoli alla domenica come lui.

E le altre Yamaha volano

Insomma, quello visto finora in Qatar è un Valentino Rossi invischiato in una crisi inopinata, mai efficace sul giro secco, anzi proprio lento e per giunta in tutte le condizioni: con il meteo caldo, con quello umido, con quello ventoso. Stavolta non si può nemmeno dare realisticamente la colpa alla sua Yamaha, visto che la moto di Iwata magari non avrà ancora complessivamente colmato il distacco dalle rivali Honda e Ducati, ma qui a Losail in particolare si sta dimostrando competitiva. Non lo dimostra soltanto la sorprendente pole position del suo compagno di squadra Maverick Vinales, ma anche le ottime prestazioni dei due piloti satellite: favoloso quinto il debuttante Fabio Quartararo, ottavo il nostro Franco Morbidelli. Insomma, il nove volte iridato è stato l’unico dei suoi ad andare così male, e, quel che è peggio, senza che né lui, né la sua squadra abbiano capito davvero il perché. Il che ci riporta alla domanda con cui abbiamo aperto questo articolo, e che almeno per ora è destinata a rimanere senza risposta: che cosa è successo a Valentino Rossi?

Fabrizio Corgnati

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori