CONDIVIDI
Dovizioso Petrucci MotoGP
Andrea Dovizioso e Danilo Petrucci (©Getty Images)

Andrea Dovizioso e Danilo Petrucci hanno cominciato in maniera abbastanza positiva il venerdì di Prove Libere MotoGP in Qatar. I due piloti Ducati hanno lavorato bene soprattutto in ottica gara.

Sul giro secco hanno accusato un distacco abbastanza pesante da Marc Marquez, che oggi ha fatto il record di Losail sfruttando anche il riferimento di Maverick Vinales. Petrux ha chiuso quarto a 673 millesimi di distanza, mentre Dovi sesto a 876. Entrambi avevano il margine per poter fare meglio, però è importante essere a posto soprattutto sul ritmo per domenica. E i due ducatisti lavorano soprattutto su questo.

MotoGP Qatar: Dovizioso post Prove Libere a Losail

Dovizioso al termine di questo venerdì di prove libere MotoGP si è detto nel complesso soddisfatto del feeling avuto in sella alla Ducati Desmosedici GP19: «La mia sensazione era buona – riporta Speedweek -, molto meglio che nel test. Penso che abbiamo messo insieme tutte le cose positive del test. La velocità era ottima. Non sono felice al 100%, ci manca ancora qualcosa. Però sono stato veloce sia con gomma morbida che media. Non ho fatto un giro veramente veloce, ma il ritmo era buono, alla pari con i piloti più veloci».

Anche se le sensazioni sono positive, il forlivese vuole di più e non si accontenta: «Sono certamente più felice del test, ma non è abbastanza. Ci sono molti piloti veloci. Non sono ancora abbastanza tranquillo. Per lottare per podio e vittorie serve tranquillità e riuscire a usare bene con le gomme in gara. Questa è la chiave del campionato mondiale MotoGP oggi. Non sono ancora abbastanza soddisfatto».

MotoGP Qatar, l’analisi di Petrucci dopo le Prove Libere

Petrucci è rimasto impressionato dai due piloti del team Repsol Honda. Sa che sono fortissimi, tra i migliori della MotoGP, però quello di Losail solitamente non è la pista dove la RC213V va meglio. Il pilota umbro ha commentato: «Marquez è sempre tra i favoriti, avendo vinto sette titoli. Non potevamo pensare avesse delle difficoltà, la cosa preoccupante è che abbia fatto il record qui in Qatar dove la Honda solitamente vacilla un po’. Abbiamo visto che il loro motore è molto migliorato. Bisogna lavorare per lottare insieme, non so se arriveremo davanti. Mi sarei aspettato che Lorenzo avesse più problemi, ma è veloce».

Danilo certamente teme la squadra ufficiale Honda, essendoci due campioni come Marquez e Lorenzo. Tuttavia, è concentrato su sé stesso e sui miglioramenti da fare per poter gareggiare al massimo domenica. Il pilota Ducati conclude: «Il time-attack poteva essere migliore, ma ho fatto un errore al primo tentativo. La cosa importante essere in top 10, domattina potrebbe essere difficile migliorare i tempi. Oggi il clima era perfetto invece. Abbiamo lavorato su dettagli per prepararci alla gara e sono felice del feeling sulla moto. Domani vedremo di finalizzare il lavoro per avere un ritmo veloce e costante.».

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori