CONDIVIDI
Marc Marquez si complimenta con Andrea Dovizioso dopo la gara di MotoGP in Qatar 2019 (Foto Red Bull)
Marc Marquez si complimenta con Andrea Dovizioso dopo la gara di MotoGP in Qatar 2019 (Foto Red Bull)

MotoGP | Qatar, Marquez ammette la superiorità di Dovizioso: “Troppo forte”

Cambia la stagione, ma non cambiano né i protagonisti, né il risultato finale. Dodici mesi dopo, nel Gran Premio del Qatar di MotoGP si ripete ancora una volta il medesimo copione: Marc Marquez battuto al photofinish da Andrea Dovizioso. “È stata la stessa gara dell’anno scorso”, ammette il campione del mondo in carica. Che non punta il dito sui suoi errori, bensì sulla netta superiorità del suo diretto rivale: “Oggi Dovizioso era più forte di noi”, ammette il Cabroncito. “Ma il mio obiettivo era il podio e sono molto contento di questi venti punti”.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Marquez in crisi con le gomme

C’è dunque soddisfazione nelle parole di Marquez dopo il secondo posto finale, considerato che, alla vigilia, il pilota spagnolo considerava questa come una gara in cui la sua Honda partiva sfavorita, e dunque il suo compito era piuttosto quello di limitare i danni. “Su questo circuito fatichiamo sempre”, sottolinea il catalano. “E abbiamo fatto fatica in particolare con le gomme. All’inizio il ritmo era tranquillo e questo mi ha permesso di risparmiarle un po’, ma poi forse ho spinto troppo e quindi ho distrutto la posteriore. Davanti, invece, la mescola dura non lavorava bene e quindi ho dovuto montare la media, per questo in frenata non riuscivo a staccare tardi e a spingere quanto volevo. Ho fatto quello che potevo, ma qui se superi in un punto sporco della pista vai automaticamente largo”.

L’attacco decisivo a Dovizioso

Questi problemi tecnici non hanno impedito a Marquez di tentare l’assalto finale a Dovizioso: “Il mio piano era quello di attaccare prima dell’ultimo giro”, prosegue Marc. “In quella tornata lui ha commesso un errore, io sono riuscito a superarlo velocemente, ma sapevo di essere già al limite. Quando si è messo dietro di me, mi ha studiato e ha capito che stavo faticando. Ci ho provato, perché dovevo, ma più di così non potevo fare, e quindi vado a dormire tranquillo”. È un secondo posto, dunque, quello di Marc Marquez, ma tutto sommato dal sapore dolce, e non molto diverso da quello della vittoria.

Fabrizio Corgnati

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori