CONDIVIDI

Se il titolo mondiale sembra ormai saldamente nelle mani di Marc Marquez, vincitore di 11 gare su 13 dall’inizio della stagione, quello di vicecampione è ancora tutto da conquistare, e i protagonisti della disfida saranno Dani Pedrosa e Valentino Rossi

Dopo la vittoria conquistata al GP di San Marino, il Dottore ha rimescolato le carte del motomondiale… almeno per quanto riguarda il secondo posto. Marc Marquez ha infatti 75 punti di vantaggio sul nove volte campione del mondo. D’altra parte, il Pesarese per il momento è solo al terzo posto: risultato tutt’altro che insignificante per un atleta che il prossimo anno compirà 36 anni, diventando così il veterano della MotoGP. Ma di qui alla finale di Valencia la sua posizione potrebbe ancora migliorare. Il pilota italiano, con un solo punto in meno rispetto a Pedrosa, ha la possibilità di passare in seconda posizione, mettendo così a segno il suo migliore risultato dal 2009, anno del suo ultimo titolo… con Yamaha.

In realtà, nonostante la parentesi con Ducati e la stagione trascorsa all'”ombra” di Jorge Lorenzo, Rossi non ha minimamente perso la sua combattività; anzi, ha saputo adattare il suo stile alle evoluzioni sperimentate sulla M1 e dato prova di grande costanza, come dimostrano gli ultimi risultati.

Il Dottore vanta 37 punti in più rispetto al quo compagno di squadra, ma farà bene a restare in guardia, poiché Dani Pedrosa non è per nulla disposto a rinunciare alla seconda piazza, e a buon motivo, data la sua “assuefazione” al podio! Dopo il suo approdo in MotoGP, nel 2006, Pedrosa è sempre entrato nella terzina vincente (salvo in due occasioni). E, con Valentino, è l’unico che sia riuscito a strappare la vittoria a Marquez. La sfida è aperta.

Redazione

Dani Pedrosa e Valentino Rossi (Getty Images)
Dani Pedrosa e Valentino Rossi (Getty Images)