CONDIVIDI
Marc Marquez
Marc Marquez (©Getty Images)

L’inizio di campionato 2017 MotoGP è stato molto sotto le attese per Marc Marquez. Un quarto posto in Qatar e un ritiro in Argentina per il campione del mondo in carica. Dopo due gare già 37 punti di ritardo da Maverick Vinales.

Ovviamente è troppo presto per scavare la fossa al fenomeno di Cervera, siamo solo a inizio stagione. C’è tutto il tempo per recuperare e vincere nuovamente il titolo. Però sarà importante che il pilota Honda dia al più presto una risposta al suo connazionale in sella alla Yamaha. La pressione comincia a farsi sentire e a Termas de Rio Hondo si è visto. E’ necessario che Marquez torni alla vittoria e faccia capire a Vinales che per conquistare il Mondiale servirà lottare. Un successo può avere sia utilità di classifica che psicologica.

MotoGP, Marquez farà cinquina ad Austin?

Il campionato 2017 MotoGP farà tappa ad Austin nel prossimo appuntamento. Il gran premio statunitense piace molto a Marc. Sul tracciato texano ha conquistato quattro pole position e quattro vittoria di fila nelle quattro edizioni disputate. Segnale che quella pista è perfetta sia per lui che la Honda. Scontato darlo come favorito, anche se con un Vinales così bisogna attendersi di tutto.

Però Marquez ad Austin ha l’occasione giusta per un primo riscatto che lo aiuti a cominciare la sua rimonta sul rivale. Un’affermazione negli Stati Uniti può ridargli fiducia e lanciare un messaggio alla concorrenza. Differentemente, perdere ancora con Maverick può essere un brutto segnale. Se il rider Yamaha vincesse dove il campione in carica ha sempre trionfato, allora verrebbe veramente da pensare che forse la questione titolo potrà essere archiviata ben prima della fine del campionato. Ovviamente non già ora, visto che siamo solamente alle primissime gare.

Insomma, ci si attende una risposta da parte di Marquez. E’ importante per lui tornare al successo e ad Austin ha la chance perfetta. Ovviamente lui non dovrà sbagliare e la Honda dovrà metterlo nelle condizioni per vincere. Finora Vinales e Yamaha sono stati perfetti, dovrà esserlo anche il pilota di Cervera con il suo team.

 

Matteo Bella (segui @TeoBellan su Twitter)