CONDIVIDI
Andrea Dovizioso, Ducati (©Getty Images)

La Ducati  svelerà la sua nuova MotoGP il prossimo 15 gennaio. La squadra di Borgo Panigale sarà dunque la prima della massima serie su due ruote a mostrare la “creatura” che si batterà per il mondiale 2018 e come ormai prassi la presentazione avverrà nell’Auditorium.

Come sarà

Pur essendo reduce da un campionato scoppiettante, concluso in piazza d’onore, la Desmosedici GP18 sarà sostanzialmente diversa. Il target dei vertici emiliani si baserà su due punti essenziali: consentire ad Andrea Dovizioso di fare il passo in avanti necessario per vincere il titolo mancato per poco, e permettere a Jorge Lorenzo, alla sua seconda stagione con il team di cominciare a raccogliere risultati dopo un apprendistato lungo e a tratti doloroso.

Proprio per questo, secondo le indiscrezioni diffuse da Motorsport.com nei test di Sepang debutterà un telaio del tutto inedito e più vicino alle esigenze dell’iberico in termini di alta velocità di percorrenza in curva. La nuova moto sarà dunque migliore in staccata e potrà concedere qualcosa in frenata per accrescere la maneggevolezza in piega. In pratica diventerà meno fisica e più rapida con un minore degrado delle gomme.

Di recente facendo un bilancio del 2017 il responsabile tecnico Gigi dall’Igna ha riassunto alla perfezione l’andamento delle Ducati. Un bilancio che ben fa capire l’orientamento che verrà seguito nel prossimo futuro con il mero target di tornare al sigillo più importante che manca al marchio emiliano dal 2007.

“Dovi è andato bene e ha superato le aspettative”, il commento del bresciano nel corso di un’intervista a Motosprint. “Ha giocato da protagonista, il suo mondiale è stato bellissimo e gli è mancata solo la ciliegina finale. Jorge ha avuto qualche titubanza in più, ma fa parte del normale processo di adattamento sebbene in alcune situazioni probabilmente avremmo potuto fare meglio sapendo poi che veniva dalla Yamaha, che è estremamente diversa”.