CONDIVIDI
Danilo Petrucci (Getty Images)

MotoGP| Austria, Petrucci: “Qualche dubbio sulle gomme”

Terzo nella prima giornata al Red Bull Ring e quarto nelle qualifiche di sabato Danilo Petrucci ha centrato il suo obiettivo principale che era la seconda fila con la Ducati del team Pramac.

Sono abbastanza contento del risultato di oggi, anche se partire più avanti sarebbe stato meglio“, ha affermato. “Penso che i primi 3 saranno i piloti che si giocheranno la gara. Non so chi dei tre vincerà, ma sarà uno di loro. Personalmente non credo di avere qualcosa in più. Sicuramente proverò a stare con loro e a giocarmela e magari chiudere nei primi 5”.

“C’è un alto consumo della gomma posteriore e non sappiamo ancora quale usare, quindi dovremo capire come gestire la situazione, ma per ora sono contento”, ha proseguito nell’analisi ammettendo di aver qualche dubbio sugli pneumatici da adottare. “Il target per la corsa è la top 5. Sarebbe ottimo. Sto acquistando una buona costanza e la moto va bene”.

Per stare con i più forti mi manca una certa delicatezza sulla gomma posteriore. Nelle Libere 4 ho provato una gomma dura, ma va a finire che spingo sempre troppo sul posteriore e questo le fa usurare troppo”, ha in seguito analizzato.  “Forse qui, più che su altre piste, soffro molto i 10 chili in più che ho rispetto agli altri. Fermare la moto nelle curve in cui passi da 320 a 50 km/h è molto difficile per me. Per la gara sarà un discorso tra i primi tre. Io cercherò solo di non fare come a Brno e di contenere chi è dietro”.

“Con 2 turni bagnati su 4 abbiamo preso un bel vantaggio nei confronti di team come la Yamaha. Loro non sono riusciti a sistemare la moto per essere competitivi. Mentre Marquez continua a essere il vero problema”, ha infine concluso confermando il pensiero espresso venerdì in merito alla competitività del #93.