Bradley Smith
Bradley Smith (©Getty Images)

Per Bradley Smith questo sarà l’ultimo anno in Yamaha con il team Tech3 di Hervé Poncharal, la KTM ha già annunciato ufficialmente il suo ingaggio per i campionati MotoGP 2017 e 2018. La casa motociclistica austriaca farà il proprio esordio nella classe regina del Motomondiale e ha voluto comunicare il primo pilota titolare su cui intendere puntare.

La KTM RC16 è stata provata dai collaudatori Mika Kallio, Alex Hoffmann e Randy De Puniet in alcuni test svolti in Spagna e il team ha mostrato soddisfazione per i dati raccolti. La moto sarà poi presentata ufficialmente in occasione del Gran Premio d’Austria, a metà agosto. Si era parlato di una possibile wild-card per la gara conclusiva a Valencia, ma non ci sono ancora conferme in merito.

Intanto Bradley Smith, giunto sesto nel campionato MotoGP 2016, ha così commentato la sua prossima avventura: “E ‘un progetto che credo sia costruito per me – riporta Autosport -. Il fatto di andare a prendere parte a un nuovo progetto di lungo periodo ha attirato la mia attenzione. Di solito non prendo le vie facili e penso che tutte le persone coinvolte in questo progetto sappiano quanto sarà difficile, ma ci sono un sacco di ragazzi di talento là e credo che sono tutti molto motivati ​​e pronti a fare un buon lavoro”.

Il 25enne inglese avrà un trattamento da pilota ufficiale e ciò rappresenta uno scenario diverso rispetto a quello presente in un team clienti, ma bisognerà fare i conti un gap che la KTM avrà necessariamente rispetto alla concorrenza e che potrebbe essere sostanzioso, almeno per il primo anno. Ma lui non è spaventato da questo, anzi, ha molte motivazioni: “Mi hanno preso per il lato dello sviluppo, sono ansioso di vedere quello che hanno fatto. In qualità di produttore, in tutto ciò in cui hanno messo le loro mani hanno avuto molto successo: motocross, enduro, off-road e Moto3. Quindi bisogna credere che faranno lo stesso in MotoGP.”

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori