CONDIVIDI
Maverick Vinales
Maverick Vinales (©Getty Images)

MotoGP – Maverick Vinales felice dopo il secondo posto di Austin: svolta in casa Yamaha?

Maverick Vinales lascia gli Stati Uniti con il sorriso. Lo spagnolo ha conquistato un ottimo secondo posto, dietro all’imbattibile Marc Marquez. Il connazionale non si poteva battere ieri ad Austin, pista su cui domina da diversi anni ormai.

Ma il pilota Yamaha può comunque essere soddisfatto del risultato conquistato e della ritrovata competitività. E’ stato il suo primo podio di questo 2018 e ciò gli dà fiducia per le prossime gare in Europa. La M1 è apparsa migliorata, però adesso servono ulteriori progressi e continuità per confermarsi nelle prime posizioni e poter ambire a lottare per il titolo mondiale MotoGP.

MotoGP, Maverick Vinales felice sulla sua Yamaha

Ad Austin si è rivisto il Maverick Vinales dei tempi migliori, a suo agio sulla Yamaha ed efficace. Le sue parole dopo il Gran Premio delle Americhe 2018 non possono che essere positive: «Stiamo arrivando! Questo weekend mi è piaciuto tanto – riporta Crash.net -. Anche se non siamo ancora al massimo livello in cui potremmo essere, ci sentiamo comunque abbastanza forti. Siamo migliorati dall’Argentina e sappiamo come migliorare ancora. Stiamo capendo come andare veloci con questa Yamaha 2018».

Nel lato del box del pilota spagnolo sono stati compiuti passi in avanti notevoli, stando alle sue parole. Forse la svolta è finalmente arrivata, dopo un inverno difficile: «Sono felice. Ad Austin ho fatto il massimo che potessi fare. Non vedo l’ora di essere a Jerez, è una pista che si adatta abbastanza alla moto e faremo del nostro meglio. Ora è il momento di migliorare e risolvere alcuni nostri problemi per cercare di fare un altro step».

Vinales spiega che i progressi ci sono stati sulla Yamaha, però ne sono necessari anche altri per completare il lavoro e fare in modo da essere competitivi ovunque per podi e vittorie: «Ci serviva più potenza. Sto provando a guidare in modo un po’ più aggressivo, cosa che non potevo fare nei test. E’ qualcosa di più simile al mio stile di guida. Ora funziona, dobbiamo continuare così. Sarà importante vedere in Europa come funzionerà la moto».

Maverick nella classifica mondiale MotoGP è terzo a soli 5 punti dal leader Andrea Dovizioso, dunque in buona posizione. Adesso servirà vedere il rendimento della M1 nelle gare europee. Ci sono cose da migliorare sulla Yamaha, però già del buon lavoro è stato portato avanti in queste settimane: «I piccoli cambiamenti che abbiamo fatto mi hanno dato la possibilità di spingere un po’ di più la moto, di sentirmi più a mio agio. Abbiamo fatto un grande miglioramento sull’elettronica. Dobbiamo continuare, come ho detto. Sembra che la mia stagione inizierà quando avrò due giorni di test completo in cui posso spingere al massimo e possiamo provare cose molto diverse. Nel fine settimana è difficile provare le cose. Il team sta lavorando bene. So che stiamo tornando sempre più forti».

Matteo Bellan