CONDIVIDI
Marc Marquez
Marc Marquez (©Getty Images)

MotoGP, Marquez: “Rossi? A Sepang non ho pensato al 2015”

Domenica nel Gran Premio della Malesia 2018 abbiamo rivisto Marc Marquez e Valentino Rossi a contendersi una vittoria. Purtroppo il duello corpo a corpo non lo abbiamo visto, dato che a quattro giri dalla fine il Dottore è scivolato. Peccato, lo spagnolo si stava avvicinando e avremmo probabilmente visto una bella battaglia.

La caduta del pilota Yamaha, ha spianato la strada al successo del fenomeno di Cervera. Sarebbe stato interessante rivedere i due rivali in bagarre proprio a Sepang, circuito che nel 2015 fu teatro di uno degli episodi più controversi della storia della MotoGP. Invece niente, sfida rinviata ad un’altra occasione. Sicuramente non mancherà, dato che VR46 correrà sicuramente fino al 2020 nel Motomondiale.

MotoGP: Marquez su Rossi, Lorenzo e Ducati

Marquez in un’intervista concessa a Radio Marca è tornato a parlare della vittoria ottenuta a Sepang. Inevitabile parlare di Valentino Rossi, e scappa pure un accenno al 2015: «Una lotta di decimi e alla fine si trattava di vedere chi avrebbe resistito di più. In nessun momento ho pensato che avevo Valentino e neppure ho ricordato ciò che successe tre anni fa».

Al campione MotoGP 2018 è stato domandato anche dell’arrivo di Jorge Lorenzo in Honda per il biennio 2019-2020. A tal proposito ha spiegato: «Il suo arrivo nel box significa che ci sarà un altro campione del mondo. E’ possibile che porti aria fresca e penso che Jorge possa imparare delle cose come feci io con Pedrosa».

Marquez ci ha anche tenuto a difendere il proprio futuro compagno, accusato di non voler correre in Malesia per non compromettere le sue condizioni in vista dei primi test con la Honda a Valencia nel post-campionato. Queste le sue parole sull’argomento: «Stiamo parlando di un pilota che ha corso ad Assen 24 ore dopo l’intervento chirurgico alla clavicola. E’ vero che quando non c’è niente in gioco la sofferenza è diversa, però chi scrive certe cose non conosce niente degli sportivi. Se Lorenzo non ha corso è perché il dolore lo ha impedito».

Al fenomeno di Cervera è stato anche domandato del futuro della Ducati, che il prossimo anno avrà ancora Andrea Dovizioso ma con l’incognita Danilo Petrucci affianco: «Lorenzo aveva ormai preso un buon livello con Ducati. Io sono in Honda e spero che il prossimo vadano peggio, perché così sarà un rivale in meno».

 

Matteo Bellan

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori