CONDIVIDI
Marc Marquez (©Getty Images)

Malgrado il fresco successo conseguito in America Marc Marquez si è mostrato alquanto scettico a proposito delle chance della Honda di acchiappare la Yamaha per provare a vincere un mondiale, già a dire di molti affare di Maverick Vinales. Trionfatore nei round iniziali di Qatar e Argentina.

“La vittoria al COTA è stata importante perché mi ha permesso di risalire in terza piazza nella generale. Infatti prima di questa gara ero soltanto ottavo. Tuttavia non mi sento ancora al 100% in sella alla mia RSV13. Ci manca ancora qualcosa e spero che i test di Le Mans potranno darci una mano in vista della gara di Jerez”. Ha confidato l’iberico a Motorsport.com. “In Francia dovremo capire il problema di base. Soltanto una volta compreso il nostro punto debole potremo tentare di risolverlo e sistemato lottare per l’iride”.

“Ad Austin ho cercato di giocare molto con l’assetto in modo da trovare stabilità e fiducia, ma per qualche ragione non ci sono riuscito”. Ha proseguito nell’analisi. “Inoltre ho notato un’usura eccessiva della gomma anteriore. Ad esempio venerdì ho fatto 12 giri ed ero già sulle tele, il che mi ha impedito di spingere di più. Diversamente sabato il passo si è rivelato ottimale e ora cercheremo di comprendere se sia stato per le temperature. In corsa, invece, sono stato in grado di gestirmi abbastanza bene e anche le sensazioni sono state buone, però non al top come avrei voluto.

Infine sull’incidente che ha tolto Vinales dalla lotta per il primo gradino del podio domenica scorsa Marc Marquez ha detto: “Non ha modificato la mia tattica. Ero concentrato e non volevo ripetere il grave errore di Rio Hondo”.

Tornando ai grattacapi di Casa HRC nel corso delle prime due sessioni di libere Daniel Pedrosa aveva provato un nuovo scarico senza però ottenere il feedback desiderato.

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori