CONDIVIDI
Dani Pedrosa, Honda (©Getty Images)

Amareggiata dalle due sconfitte rimediate in Qatar e in Argentina la Honda sta già tentando di correre ai ripari. Forse mai come quest’anno messa sotto pressione dalla Yamaha, a segno in entrambe le occasioni grazie a Maverick Vinales, l’HRC dovrà quindi trovare l’escamotage per evitare la fuga della storica rivale.

Così, mentre il buon Marc Marquez si cimentava in temponi per spaventare la concorrenza nelle prime due sessioni di libere di Austin, Daniel Pedrosa fungeva da cavia alla caccia dell’arma utile per la vittoria. In caso un nuovo scarico. “In effetti abbiamo compiuto qualche passo avanti”. Ha confessato al termine dei turni conclusi in 7° e 5° piazza. “Ma non posso ancora sbilanciarmi in un giudizio definitivo. Ma posso dire che le sensazioni sono state molto differenti rispetto a quelle del vecchio modello. E pure il rumore è parso abbastanza diverso. Nel complesso però non mi pare che garantisca grossi vantaggi. Anzi in realtà preferisco quello in uso attualmente”.

Seppur per una giusta causa questa funzione da collaudatore non ha per nulla soddisfatto il #26, che avrebbe preferito “conoscere” di più il circuito. “Ho perso un run al mattino e uno al pomeriggio. Dunque non ho potuto verificare il comportamento degli pneumatici e fare le conseguenti valutazioni”. Ha sottolineato soffermandosi poi sulla propria performance”. “Devo ancora rafforzarmi un un paio di punti. In particolare nel primo e nel terzo settore. Se sarò in grado di farlo, allora potrò disputare delle buone qualifiche”.

Infine sulle tante buche che costellano il Circuit de Las Americas, il 31enne della Honda ha concluso diplomatico: “Quest’anno il tracciato si è presentato piuttosto sconnesso. Soprattutto nelle zone di frenata. Il rettilineo sembra addirittura un percorso da motocross. Comunque tutto starà nello scovare le regolazioni più appropriate in modo da garantire la tenuta su tutti i giri della gara”.

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori