CONDIVIDI
Jorge Lorenzo
Jorge Lorenzo (©Getty Images)

Andata in archivio la prima giornata di test MotoGP a Sepang. In casa Ducati si può sorridere, dato che Andrea Dovizioso e Jorge Lorenzo si sono piazzati rispettivamente secondo e terzo. E sono quattro le Desmosedici nei primi cinque posti se contiamo Danilo Petrucci e Jack Miller, quarto e quinto oggi in Malesia.

E’ stato un day-1 importante, anche perché dopo tanto tempo team e piloti tornavano in pista per preparare il campionato 2018. La squadra di Borgo Panigale ha fatto delle comparazioni tra GP17 e GP18. Nella moto nuova ci sono alcune evoluzioni che sono state testate, per capire se funzionino a dovere.

MotoGP, test Sepang: le parole di Jorge Lorenzo

Jorge Lorenzo è rimasto soddisfatto dopo questo primo giorno di test a Sepang. Queste le sue dichiarazioni riprese da Speedweek: “La nuova moto in generale sembra più veloce di quella vecchia. Questa è una buona cosa, perché normalmente c’è bisogno di più tempo per migliorare le prestazioni. Tutti i piloti Ducati in sella alla nostra moto 2018 oggi hanno migliorato il loro tempo di ottobre qui. Questo è un segnale promettente. Una cosa è importante è che la nuova Ducati si adatta meglio al mio stile di guida naturale. Posso accendere il gas prima. Posso guidare nelle curve con più sicurezza. Posso guidare con un po’ più di inclinazione. Sono molto felice e soddisfatto”.

Per il maiorchino prime impressioni molto positive sulla nuova Ducati GP18. La moto è più adatta al suo stile di guida e ciò lo agevola nell’esprimesi al meglio. Ovviamente serve ancora lavorare per arrivare a un livello costantemente alto. Uno dei punti deboli della vecchia moto era la percorrenza di curva, aspetto su cui a Borgo Panigale si è lavorato molto. In merito a ciò Lorenzo ha detto: “Ci stiamo avvicinando, questo è importante. Perché vogliamo mantenere i punti di forza della Ducati ed eliminare quelli deboli. Se riduciamo il vantaggio che Honda e Yamaha hanno, è perfetto”.

Jorge è veramente ottimista per il campionato MotoGP 2018, dopo un 2017 tra alti e bassi: “L’anno 2017 non ha nulla a che fare con il 2018. Ho un anno di esperienza con la Ducati, capisco molto bene la moto. E la moto ora è quella di Lorenzo”. Il cinque volte campione del mondo è molto determinato e convinto.

 

Matteo Bellan