CONDIVIDI
Jorge Lorenzo
Jorge Lorenzo (©Getty Images)

Pole position sfiorata per Jorge Lorenzo al Mugello. Solo per 35 millesimi Valentino Rossi ha avuto la meglio nelle Qualifiche MotoGP del Gran Premio d’Italia 2018.

In ogni caso, il pilota Ducati è sembrato parecchio competitivo e dunque ce lo aspettiamo protagonista domani in gara. La modifica fatta al serbatoio della sua Desmosedici GP18 ha dato le risposte attese. Il maiorchino riesce a guidare meglio e fatica meno a livello fisico. Lo step avanti tanto atteso forse è arrivato. Ovviamente poi conta sempre la corsa della domenica come giudice finale.

MotoGP Mugello, Jorge Lorenzo dopo le Qualifiche

Jorge Lorenzo ai microfoni di Sky Sport MotoGP ha commentato in maniera positiva il risultato ottenuto nelle Qualifiche al Mugello: «Qua abbiamo ricevuto questo tipo di serbatoio che chiedevo da tanti mesi e che non era finora mai arrivato. Io dico sempre la verità. La verità è che mi mancava qualcosa per stancarmi di meno e adesso abbiamo visto la consistenza e l’aggressività mantenuta per molti più giri. E magari anche un po’ più di velocità. Già ieri ero tra i primi come ritmo con gomma usata e nuova. Oggi ho migliorato di due decimi, così da non essere in seconda o terza fila».

Al pilota Ducati viene domandato come si immagini la gara di domani, alla luce del passo e del feeling mostrati in questo weekend: «Il feeling è molto buono, dunque non abbiamo fatto tante modifiche. Il feeling era positivo già da subito. Sono veloce dall’inizio, sono uno dei più costanti. Vediamo di fare una bella partenza e vediamo che succede. In questa gara soffriamo molto col pneumatico anteriore, vale per tutti. Ci sono problemi di graining su un lato del pneumatico e se non è graining comunque chiude un po’… Questo sarà il problema principale per tutti i favoriti, penso. Che lavoro dobbiamo fare nel warm up? Piccoli dettagli».

Il matrimonio con la casa di Borgo Panigale non è stato dei migliori finora e a Jorge Lorenzo viene domandato se per il futuro ci possa ancora essere possibilità di vederlo con la tuta rossa: «Io farò il massimo per i fan di Ducati e per la squadra provando a vincere almeno una gara o di più se si può. Non cambia il futuro vincendo una gara, non penso. Il risultato del Mugello non cambierà il mio futuro nei prossimi due anni».

 

Matteo Bellan