CONDIVIDI
Jorge Lorenzo (©Getty Images)

MotoGP | Jorge Lorenzo: “Ciò che conta è vincere”

Non poteva sperare in una qualifica migliore Jorge Lorenzo. In quel di Misano il pilota Ducati non solo è stato competitivo sin dal primo giro, ma ha pure firmato un 1031″629 che gli è valso la pole position da record del circuito.

“Sono stato fortunato che nessuno mi ha visto, in realtà ho tagliato la chicane per poter ottenere quel tempo!” ha scherzato il maiorchino.

“Parlando seriamente, mi sentivo bene ed ispirato. Nella prima tornata ho tirato al massimo e subito ho raggiunto la velocità. Quando ho visto che avevo segnato un 1’31″7 mi sembrava impossibile”, ha raccontato i dettagli della sua sessione. “A quel punto sono rientrato ho preso la moto che montava la gomma soft sul davanti, però ho sbagliato nella prima frenata e sono andato largo. Ad ogni modo nella terza uscita, ho rimesso la mescola soffice e sono riuscito ad abbassare di un altro paio di decimi il mio crono”.

Io non sono uno che getta la spugna. mi sono impegnato e alla fine i buoni risultati sono arrivati. Credo che quello di oggi sia stato il miglior Q2 della mia carriera“, ha proseguito esaltato da uno stato di forma che sembra intaccabile. “La verità è che nel box si respira un’aria da sogno. Siamo regolarmente davanti e gli ingegneri stanno facendo un lavoro incredibile”.

La vittoria è il target

Giustamente il #99 ha sottolineato che senza bottino pieno la partenza al palo significherà ben poco.

“Si tratta di una corsa lunga, per cui domani mattina dovremo rivedere alcune cose. Se poi non si ottiene il massimo, la pole non serve a niente”.

Infine sulla sua partenza da Borgo Panigale a fine stagione ha concluso diplomatico: “Può capitare di sbagliare scelta, ma ormai quel che è fatto è fatto. Avrò sempre un bel ricordo di Ducati e auguro loro ogni meglio, soltanto un po’ meno che a noi”.

Resta sempre aggiornato con le nostre ultimissime news di motori e altro su Google News 

Chiara Rainis