CONDIVIDI
Franco Morbidelli
Franco Morbidelli (©Getty Images)

Franco Morbidelli nel 2018 farà il suo esordio ufficiale in MotoGP e spera di fare bene subito. Ovviamente servirà un po’ di apprendistato, però auspica di ripercorrere le orme di Johan Zarco. Il francese nel 2017 è andato oltre ogni più rosea aspettativa.

Il romano ha vinto l’ultimo campionato Moto2 e avrà molti occhi addosso. Correrà con la Honda del team Estrella Galicia Marc VDS, avendo come compagno Thomas Luthi, il suo rivale nell’ultimo anno. Sarà interessante vederlo in pista contro Valentino Rossi, il suo mentore che lo ha voluto nella VR46 Riders Academy.

Franco Morbidelli carico per la MotoGP

Franco Morbidelli ha già svolto due test sulla Honda MotoGP. Il primo a Valencia appena finito il campionato e l’altro a Jerez. Ci sono stati miglioramenti di sessione in sessione. Ovviamente il processo di apprendimento è lungo, però i segnali sono stati positivi.

Intervistato da Motosprint ha così parlato dei test svolti: “Il primo a Valencia l’ho vissuto con la moto che Jack Miller aveva usato nel weekend. Ho usato i suoi settaggi e non abbiamo toccato quasi niente. Dal secondo test invece abbiamo lavorato sulla moto alla ricerca di un bilanciamento che piace a me e che mi permette di lavorare bene. Diciamo che l’approccio funziona e che a Jerez abbiamo compiuto un passo avanti”.

Morbidelli in MotoGP si porta dietro una base di lavoro che parte dalla Superstock e arriva alla Moto2. Ovviamente con tanto da imparare ancora, ma la voglia di farlo e di immergersi in questa nuova avventura: “Mancano 99 giorni, sono già molto sul pezzo anche se ancora non mi son immaginato nulla riguardo la prima gara del Qatar. In ogni caso la vedo bella. Prima gara in MotoGP, primo weekend con i migliori piloti del mondo, la prima bagarre che immagino più difficile rispetto a quelle combattute finora perché le moto hanno più inerzia e velocità…”.

MotoGP, Franco Morbidelli e Valentino Rossi

Quando gli viene domandato qualche pilota abbia contribuito alla sua crescita, Franco Morbidelli non ha dubbi: “Valentino Rossi su tutti, naturalmente. Io mi alleno con lui e vederlo in pista, nell’approccio alle gare e allo sport, è una grandissima scuola. Quindi su tutti lui, ma un giovane deve sempre imparare da quelli forti e nel Mondiale ce ne sono tanti. Cerco di imparare da quelli che mi piacciono. Johann Zarco, ad esempio, mi piace”.

Il talento italo-brasiliano ha incrociato Johann Zarco in Moto2 e lo incontrerà pure in MotoGP. E nella classe regina c’è curiosità di vederlo lottare anche con il suo maestro Valentino Rossi. Sulla prima battaglia col ‘Dottore’, Morbidelli risponde: “Sarebbe bella e divertente, ma nessuno immagina quante battaglie abbiamo già fatto al Ranch. Il rapporto di amicizia che ci lega non cambierà, ovviamente poi c’è il rapporto tra due piloti che corrono contro. Io lo stimo e sono suo amico, ma proverò a batterlo e succhiare la scia in qualifica. Insomma cercherò di fare il mio lavoro al massimo”.

 

Matteo Bellan