CONDIVIDI
Nicky Hayden (©Getty Images)

Non riesce a farsene una ragione il 30enne di Morciano che mercoledì scorso ha investito sulla statale Riccione-Tavoleto il pilota americano Nicky Hayden. Chiuso in un silenzio assordante dovuto allo choc subito e attorniato dagli affetti dei famigliari, il giovane ha finora saputo dire soltanto poche parole a proposito del terribile incidente. “Mi dispiace. Stavo andando al lavoro, poi lui è venuto fuori all’improvviso dallo ‘Stop’”. Il suo mantra.

Intanto mentre il pilota Superbike resta ricoverato in gravissime condizioni all’Ospedale Bufalini di Cesena, il papà del ragazzo ha chiesto di poter incontrare i genitori di Kentucky Kid, appena sbarcati dagli Stati Uniti, in segno di vicinanza e solidarietà.

Riguardo il sinistro, il proprietario della Peugeot 206, assistito dagli avvocati Pierluigi Autunno e Francesco Pisciotti, non è stato in grado di aggiungere molto. Starà quindi alle autorità di Riccione, Misano, Coriano e Cattolica, far luce sulla dinamica dell’evento e accertare le responsabilità di ciascuna delle parti.

Lo scontro sarebbe avvenuto all’altezza di via Ca’ Raffaelli, nella frazione Casette, pochi minuti prima delle 14. Secondo le prime verifiche il morcianese stava procedendo in direzione mare. E proprio in quegli istanti, giunto al bivio, sarebbe avvenuto l’impatto con il campione MotoGP 2006, in bicicletta assieme ad un gruppo di amici, proveniente dalla strada secondaria.

A dare l’allarme, alcuni operai, impegnati in lavori di manutenzione stradale, anch’essi ascoltati come testimoni dai vigili. Nel giro di pochi minuti sul posto sarebbe arrivata sia l’ambulanza del 118, sia la Polizia municipale.

Apparso sin da subito in condizioni precarie Nicky Hayden è stato condotto al nosocomio di Rimini, per poi essere trasferito a Cesena via elisoccorso, in una struttura più adatta a quel genere di traumi. Il conducente della Peugeot, che al momento non risulta essere indagato, è stato sottoposto all’alcoltest, che ha dato esito negativo. I primi accertamenti eseguiti dai vigili sono stati depositati in Procura.

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori