CONDIVIDI
Alvaro Bautista Danilo Petrucci Ducati MotoGP Superbike
Danilo Petrucci e Alvaro Bautista (©Getty Images)

Ducati, anche Bautista candidato alla sella di Petrucci in MotoGP?

Un avvio di campionato MotoGP 2019 senza acuti per Danilo Petrucci, alla prima stagione nel team ufficiale Ducati. Tra Qatar, Argentina e Stati Uniti sono arrivati tre sesti posti per il pilota originario di Terni. Visti i risultati del compagno Andrea Dovizioso, leader del campionato con la stessa moto, era lecito aspettarsi qualcosa di più.

Petrux ha avuto una grande occasione ed è sua intenzione sfruttarla al meglio. È ancora presto per condannarlo, la stagione è lunga e lui avrà tempo per dimostrare di meritarsi quella sella. Tuttavia, ha la consapevolezza di dover fare risultati per mantenerla. In Europa è attesa una svolta. Il contratto scade a fine 2019 e il suo posto è conteso da più piloti in questo momento.

MotoGP, Bautista vuole il posto di Petrucci in Ducati

Il primo serio candidato al posto appartenente ora a Petrucci è certamente Jack Miller. L’australiano guida già una Ducati GP19, ma è quella del team cliente Pramac. Il suo inizio di campionato MotoGP 2019 è nel complesso positivo. Tolto il ritiro in Qatar per un problema alla sella che non gli permetteva di guidare bene, il 24enne di Townsville ha poi conquistato un quarto posto in Argentina e un terzo ad Austin. Nella classifica generale ha 29 punti, solo uno in meno rispetto a Danilo.

Anche Francesco Bagnaia, compagno di Miller nel team Pramac, vorrebbe ambire alla sella di Petrucci. Tuttavia, Pecco è all’esordio in MotoGP e sarà difficile per lui fare risultati migliori rispetto all’australiano. Glielo auguriamo, ma per il campione Moto2 del 2018 questo sarà un anno di apprendimento prima di poter poi puntare ad avvicinarsi più seriamente ai primi della classe nel 2020.

Un terzo nome da tenere d’occhio è quello di Alvaro Bautista. Il pilota spagnolo sta dominando nel campionato mondiale Superbike 2019 con la Ducati V4 R del team Aruba Racing. Ha vinto tutte le undici manche finora disputate, sta sbriciolando record alla sua prima annata in SBK e probabilmente è molto motivato a guadagnarsi una chance di tornare in MotoGP da protagonista. Il suo rapporto con la casa di Borgo Panigale è ottimo, già nel 2018 sostituì Jorge Lorenzo a Phillip Island sulla moto ufficiale e sfiorò il podio. Se la sua stagione dovesse proseguire sulla strada intrapresa finora, non è escluso che possa pensare di ottenere la Desmosedici di Petrucci. Bautista dovrà fare i conti con Danilo stesso e con Miller, determinati a dare il massimo per convincere i vertici Ducati.

 

Matteo Bellan

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori