CONDIVIDI
Andrea Dovizioso
Andrea Dovizioso (©Getty Images)

Andrea Dovizioso arriva al weekend del Gran Premio di Spagna 2018 come leader della classifica mondiale MotoGP. Tuttavia, non può certamente essere sereno al massimo dato che dopo Losail la Ducati ha faticato tra Argentina e Stati Uniti.

Solo le ‘follie’ di Marc Marquez (secondo a -1) a Termas de Rio Hondo hanno impedito che lo spagnolo stesso fosse in vetta al campionato e anche con una ventina di punti sul rivale. In ogni caso la situazione è questa e adesso nelle gare in Europa è necessario che il team di Borgo Panigale dimostri di potersela giocare con il campione della Honda. A partire da Jerez, circuito dove storicamente la Desmosedici fatica un po’.

MotoGP, riscatto Dovizioso-Ducati a Jerez?

Dovizioso a Jerez non è mai andato sul podio nel corso della sua carriera in MotoGP. Il miglior piazzamento conquistato è il quinto posto, ottenuto per tre volte (2012, 2014 e 2017). C’è bisogno di migliorare il trend, considerando che in Spagna le Honda e le Yamaha solitamente sono forti. Dal 2007 al 2017 sei vittorie per la casa di Iwata (tre Valentino Rossi e tre Jorge Lorenzo) e cinque del team Repsol (tre Dani Pedrosa, una Casey Stoner e una Marc Marquez).

Ducati ha trionfato nel Gran Premio di Spagna solamente nel lontano 2006, con Loris Capirossi. Ci sono stati altri quattro podi a Jerez per Desmosedici: Troy Bayliss (2003), Casey Stoner (2009), Nicky Hayden (2011) e Jorge Lorenzo (2017). Tutti loro sono arrivati terzi al traguardo. Dovizioso deve cercare di imitarli e cambiare dunque tendenza rispetto al proprio passato sul circuito spagnolo. Lo ha detto lui stesso che facendo quinto e sesto, come ad Austin e a Termas de Rio Hondo, non si può pensare di lottare per il titolo. E’ importante andare costantemente a podio e giocarsi le vittorie.

Il forlivese ha più volte spiegato che i passi in avanti della Ducati ci sono stati, però appaiono ancora non sufficienti. Jerez rappresenterà un test molto importante. Ci sarà un asfalto completamente nuovo e ciò potrebbe rappresentare un vantaggio, che tuttavia andrà verificato venerdì nel primo giorno di prove libere. Vedremo se ci sarà una svolta del pacchetto Dovizioso-Ducati nel weekend. E, ovviamente, anche da Lorenzo ci si attendono risposte dopo l’avvio di campionato disastroso.

 

Matteo Bellan