CONDIVIDI
Dani Pedrosa (©Getty Images)

I test di Valencia, Dani Pedrosa li ha conclusi in piazza d’onore dietro al compagno di squadra Marquez e forse perché ancora in preda all’entusiasmo per la vittoria centrata domenica, la seconda del 2017 dopo quella di Jerez a inizio maggio, a parole ha voluto volare alto e figurandosi quello che potrà raccontare il 2018, ha buttato lì un’ipotesi da iride.

“Intanto sono stato contento di aver chiuso nel migliore dei modi la stagione. In secondo luogo al Ricardo Tormo malgrado il freddo abbiamo girato abbastanza bene, ma a gennaio dovremo fare ulteriori passi avanti in vista del nuovo impegno che ci attende” l’analisi dello spagnolo a Marca.

Diventato emblema della costanza per quanto riguarda la classe regina delle due ruote il 30enne non ha ancora perso le speranze iridate. “La MotoGP è una categoria  complessa e gli avversari sono davvero forti, dunque arrivare davanti è complicato. Finora non ho mai vinto un mondiale, però  ho sempre raccolto buoni risultati. Chissà magari il 2018 potrebbe accadere. Già quest’anno in termini di podi sono stato secondo solo a Marc. Purtroppo ho patito nelle corse con la pioggia”, ha considerato.

Quindi su un tema molto dibattuto nelle fasi conclusive del 2017, ossia quello degli ordini di scuderia ha dichiarato: “Non sono né a favore, né contro. In Honda la filosofia adottata è rimasta la medesima. Ognuno per sé. Detto ciò non ritengo che la Ducati abbia fatto qualcosa di sbagliato negli ultimi due round. Aveva una chance e ha cercato in tutti i modi di prenderla”.

Il domani

Passando invece al suo futuro Pedrosa è sembrato sicuro di una cosa: “Mi piacerebbe molto chiudere la mia carriera qui. Ho cominciato da piccolo con questo marchio e ci conosciamo alla perfezione e per questo l’evoluzione della moto è stata lineare”. Infine sullo spettacolo regalato dal #93 a Cheste quando ha rischiato di buttare il titolo alle ortiche in seguito ad un’ennesima scivolata salvata in corner, ha concluso: “Sarebbe belle avere la sua abilità di recuperare una caduta. Mi permetterebbe di togliere lavoro ai meccanici. Di certo Marc ha uno stile particolare. Impressionante da vedere sia in tv, sia dal vivo”.

Chiara Rainis