CONDIVIDI
cal crutchlow MotoGP
Cal Crutchlow (©Getty Images)

MotoGP, Crutchlow commenta l’approdo di Lorenzo in Honda.

Cal Crutchlow non ha preso parte ai recenti test MotoGP di Valencia e Jerez a causa del suo noto infortunio. La frattura della tibia destra rimediata nelle prove libere del GP d’Australia e che lo ha costretto a chiudere il 2018 in anticipo. Ora è alle riprese con il recupero della migliore condizione fisica.

Il lavoro di sviluppo della nuova versione della Honda RC213V è stato portato avanti da Marc Marquez e Jorge Lorenzo. I due nuovi compagni di squadra sono abbastanza d’accordo sui miglioramenti da apportare. Hanno stili di guida diversi, però nei test in Spagna hanno avuto modo di confrontarsi e condividere determinate esigenze. Hanno entrambi bisogno di progressi a livello di aerodinamica, la moto in uscita di curva non è ancora l’ideale.

-> Se vuoi restare aggiornato su tutte le ultime notizie del Motomondiale CLICCA QUI

MotoGP, Crutchlow parla di Marquez e Lorenzo

Ovviamente Crutchlow è dispiaciuto di non essere stato presente a Valencia e Jerez. Essendo un pilota con trattamento praticamente ufficiale, avrebbe potuto dare indicazioni ulteriori sullo sviluppo. Interpellato da MotoGP.com, il pilota britannico ha dichiarato: «Non vedo l’ora di correre con la moto 2019. Sono deluso per non aver potuto partecipare ai due test invernali. E’ importante che Honda ottenga informazioni cruciali sulla direzione dello sviluppo. Marc e io conosciamo molto bene la moto, invece Jorge non molto. Marquez ha assunto il ruolo di pilota di sviluppo, e sappiamo tutti quanto sia intelligente. Capisce come sviluppare una moto. Ma è sempre bene ascoltare una seconda opinione. Ad esempio, la mia».

Il rider del team LCR Honda di Lucio Cecchinello si ritiene importante per lo sviluppo della RC213V. Ha esperienza sulla moto di Tokio e certamente anche le sue impressioni avrebbero fatto comodo. Però i problemi fisici non sono superati e pertanto il campione del mondo 2009 della Supersport deve pazientare prima di poter tornare in pista. Nel test di febbraio a Sepang potrà farlo, così da aiutare il processo di miglioramento della moto di Tokio.

Crutchlow ha avuto modo di dire la propria opinione anche su Jorge Lorenzo, che nei test in Spagna ha fatto l’esordio in Honda. Per adesso Cal non è ancora impressionato, seppur ritenga che il maiorchino possa fare bene: «E’ un cinque volte campione del mondo e sa come guidare una moto. Si abituerà alla Honda. Finora, sembra che sia competitivo sul singolo giro. Ma considerando il suo ritmo di gara complessivo, non è molto veloce al momento. Ha bisogno di conoscere meglio la moto. Non è un compito facile, ma può stare sicuramente davanti se si sintonizza bene con la moto».

 

Matteo Bellan

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori