CONDIVIDI
Andrea Dovizioso (©Getty Images)

Ha chiuso il venerdì di prove libere del Mugello in testa a tutti. Ciò nonostante Cal Crutchlow ha ammesso di non sentirsi il favorito per la vittoria finale. Alla luce di quanto visto in pista finora l’inglese della Honda LCR ha infatti indicato Andrea Dovizioso, come il candidato numero uno.

“Dopo i due turni odierni direi che la corsa è in mano a Dovi. O meglio la può perdere soltanto lui”. Ha affermato al termine della giornata. “Hanno fatto moltissimi test su questo tracciato. Sia lui, sia Pirro. Ed infatti anche Michele ha mostrato di avere un buon passo. Abbiamo studiato la Ducati con attenzione e sappiamo che da metà rettilineo, ossia dall’altezza delle tabelle, fino alla curva 1 hanno un margine di quattro decimi sulla frenata. Quindi un bel vantaggio”.

“Comunque non escluderei neppure Marquez, Vinales, Rossi e Pedrosa, nella lotta per il successo. Pure loro si sono dimostrati competitivi”. Ha poi considerato.

Dovizioso preferisce la cautela

Mentre Crutchlow già lo elegge a vincitore in pectore, lui Andrea Dovizioso, secondo complessivo in chiusura di venerdì, preferisce non sognare troppo.

“Non sto affrontando il weekend con il pensiero di bissare il risultato della Malesia 2016. E’ vero, siamo in una buona posizione, ma è troppo presto per parlarne. E inoltre siamo consapevoli che dovremo vedercela con avversari fortissimi”. Ha analizzato il forlivese. “A mio avviso prima di sbilanciarci dovremo provare a ridurre il deficit che abbiamo in confronto agli altri in centro curva, che è il nostro punto debole qui. Per il resto mi sento a mio agio sia in accelerazione, sia in frenata, sia sul dritto”. Si quindi è soffermato a spiegato. “Credo sarà quella la chiave della gara. O comunque ciò che potrà fare la differenza, perché in condizioni di caldo, a serbatoio pieno, tutto diventa più complicato”.

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori