CONDIVIDI
Andrea Dovizioso
Andrea Dovizioso (©Getty Images)

Andrea Dovizioso ha chiuso all’ottavo posto le Qualifiche MotoGP del Gran Premio d’Argentina 2018. Domani il pilota Ducati scatterà dunque dalla terza fila, che non è malaccio per come si erano messe le cose ieri.

Il forlivese sembra andare meglio in condizioni di bagnato che sull’asciutto. I problemi di percorrenza si sono sentiti un po’ meno su pista umida. Il team di Borgo Panigale probabilmente spera di avere una gara bagnata domani ed è probabile che verrà accontentato, dato che le previsioni meteo per Termas de Rio Hondo danno pioggia per domani. I limiti della Desmosedici potrebbero vedersi meno, però va detto che Marc Marquez sul bagnato va velocissimo.

MotoGP Argentina, Dovizioso dopo le Qualifiche

Andrea Dovizioso è intervenuto ai microfoni di Sky Sport dopo le Qualifiche in Argentina. Queste le sue parole: “Siamo stati bravi oggi, perché siamo stati calmi dopo una brutta giornata di ieri. Oggi le condizioni erano difficili, non c’era una vera acqua in cui sappiamo di essere competitivi in quasi tutte le piste. Giravamo con le rain in una striscia asciutta. Siamo messi abbastanza bene sull’acqua e nelle condizioni trovate oggi”.

L’analisi del pilota Ducati è proseguita parlando del problema gomme causato dall’essere dovuto partire dalla Q1, ma anche con una riflessione su ciò che potrà avvenire in gara domani: “E’ complicato doversi fare anche la Q1, perché abbiamo limiti di gomme e facendola devi usare due gomme in più degli altri. Infatti in Q2 siamo andati con gomme usate. Non è comunque andata male, l’ottavo posto va bene per come eravamo messi ieri. Non è facile capire il livello degli avversari e bisognerà vedere che condizioni troveremo domani. Marquez è forte in tutte le condizioni, però in qualifica ha fatto fatica. Con le condizioni di oggi o anche con più acqua possiamo essere competitivi. Sull’asciutto non possiamo saperlo, oggi abbiamo fatto modifiche che secondo me ci daranno vantaggio anche li ma fino a quando non le provi non hai certezza”.

A Dovizioso viene anche domandato della pole position di Jack Miller, pilota del team Pramac che guida una Ducati del 2017: “Ha fatto un giro esagerato. Quando ho visto gli highlights mi son preso paura a guardarlo. Tanti complimenti, nessuno ha avuto il suo coraggio. E nessuno avrebbe fatto meglio di lui, ha avuto le palle di provarci e gestirla bene. Ha fatto un capolavoro, ha anche uno stile di guida che forse lo aiuta”.

Al vice-campione del mondo MotoGP 2017 viene chiesto se, partendo appena una fila dietro Marc Marquez sia pensabile fare una gara con marcamento a uomo sullo spagnolo: “Dipende che condizioni ci saranno. Sull’asciutto sarei ipocrita a dirlo, però vale per tutti e non solo per me. Non ci penso tanto a come potrà essere domani. Dobbiamo approcciarla nel modo giusto. Le condizioni qui non sono stabili, quindi andiamo a letto sereni e domani ci pensiamo”.

 

Matteo Bellan