CONDIVIDI
Aleix Espargaro
Aleix Espargaro (©Getty Images)

Il Gran Premio d’Argentina 2018 ha lasciato strascichi e tensioni per quanto riguarda la MotoGP. Ci sono stati l’infortunio a Dani Pedrosa causato da Johann Zarco e il feroce attacco verbale di Valentin Rossi a Marc Marquez, reo di averne provocato la caduta. Ma non solo.

Anche Aleix Espargarò e Danilo Petrucci sono stati protagonisti di un episodio di gara controverso, dato che l’italiano ha toccato il pilota Aprilia in maniera decisa. Lo spagnolo chiedeva una sanzione per Petrux, ma non è arrivata. Il team Alma Pramac tramite un comunicato ha difeso il proprio rider. Parole che non sono state digerite dal fratello di Pol Espargaro.

Espargaro-Guidotti-Redding-Simeon: lite su Twitter

Aleix Espargarò alla nota ufficiale Pramac ha replicato così: “Hahahaha lui mi ha compito più forte di quanto abbia fatto Marquez. Stronzate! L’immagine è li, non mentite tutti! Petrucci guida sempre così!”.

A replicare allo spagnolo ci ha pensato Francesco Guidotti, team manager della squadra Pramac: “In ogni caso Petrucci è stato più leggero di quanto te con Dovizioso in Argentina nel 2017. Smettila di dire stronzate e prova a parlane in safety commission e non su Twitter”.

Ovviamente Espargarò non poteva tacere di fronte alle parole di Guidotti. La sua replica non è mancata: “Non sei nessuno per dirmi cosa devo fare! E sì, ho fatto un grosso errore con Dovi, e mi scuso con lui ma non ho detto stronzate e bugie che stanno dicendo le persone della tua squadra”. Guidotti ha risposto: “Hai ragione! Non dovrei nemmeno considerarti”.

E’ intervenuto nella discussione anche Scott Redding, pilota che l’anno scorso correva nel team Pramac e che dal 2018 corre invece in Aprilia. Il britannico ha commentato in risposta a Guidotti: “Petrucci non ha causato parte dell’incidente? Petrux ha persino buttato fuori il suo compagno di squadra in passato”. E il team manager Pramac ha replicato: “Era davanti al suo compagno di squadra”

Tutto finito? Neanche per scherzo! Nella discussione è intervenuto pure Xavier Simeon, pilota che corre con il team Avintia Ducati ed è al primo anno di MotoGP. Queste le sue parole: “Alla fine sono sempre gli stessi che si lamentano… Solo per l’interesse dei media… Per mostrare il loro nome.. L’unico che si può lamentare è Jack. Lui avrebbe dovuto vincere con 30 secondi di vantaggi. È tutto”. E la risposta di Espargarò non si è fatta attendere: “Molti si possono lamentare di tante cose. Per esempio dei piloti che pagano per correre quando ce ne sono di migliori a casa”.

Simeon ovviamente non poteva stare zitto: “Sei fuori controllo amico… Cosa hai fatto nella tua carriera per essere in MotoGP? Prima di andare lì, niente. Sei solo uno dei tanti. Solo un opportunista. Sono sicuro di una cosa dopo questo. Sei un fottuto stupido. Grazie per la tua attenzione e aver sprecato tempo a rispondere”. Espargarò ha replicato con una risata.

Simeon ha cercato di chiudere la questione scrivendo: “Possiamo discutere quanto a lungo vuoi. Io ho la mia opinione e tu la tua. Alla fine qualcuno ti ha dato un opportunità come l’hanno data a me e ad altri piloti in MotoGP. Oggi siamo nella stessa situazione”. E Aleix neppure qui ha voluto smussare i toni: “Ok, ma non paragonare la tua situazione con la mia. E’ come paragonare una bici con un camion”.

E alla fine Espargarò ha bloccato Simeon su Twitter.

Matteo Bellan