CONDIVIDI

Moto2, Hector Barbera licenziato dal team Pons HP40

Il team Pons HP40 di Moto2 ha risposto rapidamente alle vicende private del suo rider Hector Barberà, fermato dalla polizia locale di Valencia mentre era alla guida della sua Audi R6 in stato di ebbrezza. Non è stato certo il primo inciampo penale del 31enne pilota spagnolo, in passato comparso in tribunale per reati simili o per una lite domestica con la sua ex fidanzata.

Barbera era sulla strada di casa con un amico dopo una festa di compleanno. Già venerdì mattina Barbera è stato condannata a 22 giorni di servizio sociale nel contesto di una consueta procedura veloce. Deve anche consegnare la patente di guida per un anno. Sulla televisione spagnola l’autista Kalex ha accettato la decisione. “È stato un grande errore mio, che arriva in un brutto momento. Le leggi sono fatte per essere rispettate. Sono molto dispiaciuto per questo”. Venerdì sera dopo le 21, il Team Pons HP40 ha annunciato ufficialmente il suo licenziamento.

Barbera è un “bambino bruciato” è stato detto da alcuni media. Il dieci volte vincitore di GP è stato arrestato nel 2014, poi è stato catturato dalla polizia senza patente di guida al volante di una Maserati. La patente di guida Barbera era stata precedentemente ritirata. Per questo motivo, questa punizione è stata anche più dura questa volta. In precedenza, Barbera è stato condannato a sei mesi di reclusione per violenza contro la sua allora fidanzata a Jerez. La pena fu successivamente convertita: Barbera dovette quindi svolgere attività sociali e gli fu vietato di avvicinarsi alla sua ex compagna entro un raggio di 200 metri.

Le dichiarazioni del team e del pilota

“Dopo gli ultimi eventi a Valencia con il pilota Hector Barbera nella notte del 7 giugno 2018, oggi – 8 giugno 2018 – Pons Racing e Hector Barbera hanno rescisso di comune accordo il contratto che ha stretto le due parti per la stagione 2018. Pons Racing vuole ringraziare Hector Barbera per i suoi servizi e gli augura il meglio in futuro”.

Dopo l’annuncio di Pons, Barbera ha pubblicato una dichiarazione sulla sua pagina Instagram. “Sto scrivendo questa nota per chiarire cosa è successo due sere fa a Valencia”, ha detto. “Immagino che tutti voi abbiate letto le informazioni sulla stampa che sono apparse da allora. Non entrerò troppo nei dettagli, sono andato alla festa di compleanno di un buon amico e sono stato fermato dalla polizia locale e hanno eseguito un test sull’alcol. Sono risultato positivo, anche se il mio atteggiamento era corretto in ogni momento e nel rapporto della polizia hanno fatto notare che le mie condizioni erano buone. Non è una scusa, non lo è affatto, accetto il mio errore e ne accetto le conseguenze, la parte peggiore riguarda ciò che riguarda la mia famiglia, i miei amici e il mio compagno, ma anche la mia carriera professionale… Mi scuso con tutti coloro che sono affetti da questa situazione e ringrazio tutti coloro che mi sostengono in un momento come questo”.

‘Escribo esta nota para aclarar lo sucedido hace dos noches en Valencia. Imagino que todos habéis leído las informaciones periodísticas que han aparecido desde entonces. No voy a entrar demasiado en los detalles. Fui a la fiesta de cumpleaños de un buen amigo y a la salida me paró la Policía Municipal y me hizo un control de alcoholemia. Di positivo, aunque mi actitud fue correcta en todo momento y en el propio informe policial señalaron que mi condición física era buena. Esto no me disculpa, en absoluto. Asumo mi error y acepto las consecuencias. Lo peor es lo que tiene que ver con mi familia, mis amigos y mi pareja, pero también con mi carrera profesional. A partir del próximo Gran Premio de Cataluña no continuaré compitiendo con mi actual estructura. Incluso aquellos que penséis que es merecido, que puede ser, entenderéis que es un momento muy duro para mí. La palabra ‘arrepentimiento’ se queda corta para expresar lo que siento. Me he tomado muy en serio mi paso a Moto2, aunque las cosas no estén saliendo bien. Estoy entrenando más que nunca y trabajando muy duro. Insisto una vez más en que asumo las consecuencias de lo que ha pasado. No voy a dejar de luchar aunque las cosas sean difíciles, y esta será la actitud que voy a seguir manteniendo. Pido disculpas a quien le haya afectado esta situación, y doy las gracias a los que me apoyan en un momento como este’. Héctor Barberá

Un post condiviso da Héctor Barberá (@hectorbarbera8) in data:

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori