CONDIVIDI
Joan Mir
Joan Mir (©Getty Images)

Dopo aver dominato il campionato mondiale Moto3 2017, quest’anno Joan Mir punta a fare stagione d’esordio positiva in Moto2. E’ il rookie più atteso della classe intermedia del Motomondiale.

Il 20enne spagnolo prende il posto dell’ultimo campione Franco Morbidelli nel team Estrella Galicia Marc VDS. Avrà dentro il box un compagno competitivo come Alex Marquez, uno dei candidati al titolo. Sicuramente l’approdo in una squadra forte ed esperienza più aiutarlo nell’adattarsi alla categoria. Il talento non gli manca e non ci meraviglieremmo nel vederlo andare molto bene in questa stagione.

Moto2, Joan Mir ambizioso per il futuro

Joan Mir, intervistato da Motorsport, ha parlato innanzitutto delle sue sensazioni in sella alla Kalex nei test pre-campionato: “Molto bene. Penso che ogni volta mi adatto di più alla moto e che i tempi stiano venendo fuori. Sono più vicino ai piloti di fronte e le cose mi stanno riuscendo”.

Il pilota di Palma de Mallorca viene interpellato sulla sua volontà di approdare in MotoGP al più presto: “Alla fine non vuoi restare in Moto2. Vuoi salire, ma sono consapevole che se non sono pronto non lo farò. Voglio continuare con questa progressione così buona che sto conducendo, iniziata col mio debutto con umili risultati, l’ultimo anno da campione del mondo e ora in questa ottima struttura. Scegliere tra titolo Moto2 e promozione in MotoGP? Penso che darei priorità alla seconda”.

A Mir viene domandato se all’interno del suo contratto è prevista una clausola che gli consenta di salire in MotoGP automaticamente in base a specifici risultati: “Non ho questo, devo fare bene. Devo essere ben preparato a salire. Prima devo essere preparato e poi vedere la squadra che mi vuole, non il contrario.”.

A novembre Joan è stato al Ranch del suo idolo Valentino Rossi a Tavullia. Ha così commentato quell’esperienza passata a ‘casa’ del suo mito: “Molto bene. Sono venute molte persone e non puoi passare molto tempo con lui. Un’esperienza molto bella che doveva essere fatta.”.