CONDIVIDI
Giacomo Agostini Angel Nieto
Giacomo Agostini (R) e Angel Nieto (©Getty Images)

Angel Nieto il 3 agosto è deceduto, a causa di un edema cerebrale avuto in seguito a un’incidente avuto sul suo quad a Ibiza. Una scomparsa shock, a poca distanza da quella di Nicky Hayden. Un 2017 da dimenticare per il mondo del motociclismo sotto questo aspetto.

Il 13 (12+1 preferiva dire lui) volte campione del mondo è stato tamponato da una donna ed è balzato lontano dal suo quad battendo la testa. Ovviamente la famiglia Nieto ha voluto vederci chiaro sulle dinamiche dell’incidente, per capire le responsabilità della donna guidatrice. Si è andati per vie legali.

Come riportato da AS, il Giudice Istruttore n.2 di Ibiza ha archiviato la causa sulla morte di Angel Nieto. La tamponatrice è stata assolta, perché non ha commesso alcun reato, come conferma il Tribunale Superiore di Giustizia delle Baleari. Il giudice ha ritenuto che lei abbia avuto solamente una “colpa lieve”. Viene ricordato che nel rapporto della Guardia Civile veniva specificato che l’ex pilota non aveva il casco allacciato. Un fatto che è stato determinante poi per la sua morte. La corte ha dunque respinto la tesi della famiglia Nieto, che incolpava la donna del decesso del loro caro.

I famigliari del 13 volte campione del mondo puntavano sul fatto che la turista non si fosse accorta che il quad di Angel aveva notevolmente rallentato. Una distrazione poi fatale per l’incidente e le conseguenze tragiche che si sono verificate. Però il giudice ha tenuto conto che non ci sia stata una condotta imprudente alla guida e che non ci fosse rilevanza penale.

L’autopsia del medico legale aveva stabilito che la lesione cerebrale traumatica era stata la causa della morte e che il mancato fissaggio del casco sia stato decisivo. Dunque sopravviene la responsabilità dello stesso Angel Nieto. Il giudice ne ha tenuto contro e dunque la donna è stata assolta. La famiglia dell’ex pilota probabilmente non si arrenderà.

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori