CONDIVIDI
Franco Morbidelli (Getty Images)

Franco Morbidelli è l’autentico astro nascente della MotoGP. Il pilota capitolino in questa stagione è riuscito a riportare in Italia un mondiale che mancava da 8 anni, da quando Valentino Rossi vinse nel 2009 il suo 9° ed ultimo titolo sinora. Nel Motomondiale sinora ha già portato a casa: 8 vittorie, 21 poi e 6 pole.

Da molti addetti ai lavori Franco Morbidelli viene designato come l’erede di Valentino Rossi. Cresciuto proprio nell’ombra del Dottore, nel 2018 il romano dovrà dimostrare di essere all’altezza del grande salto in MotoGP, come avvenuto in passato per altri campioni del mondo di Moto2, vedi Marquez e Zarco.

Morbidelli vuole andare forte come Zarco

Come riportato da “Marca”, Franco Morbidelli avrebbe così dichiarato in merito a Rossi: “Tutti i piloti italiani hanno il compito di sostituire Valentino quando si ritirerà, perché prima o poi andrà in pensione e sarà compito di tutti i rider italiani sostituirlo. Uno solo non può farlo perché un solo pilota non può coprire quanto fatto da Vale”.

Il romano ha poi proseguito: “Se Vale sta bene e la Yamaha funziona bene sicuramente ha tutto il necessario per vincere il 10° titolo. Certo è più vecchio, ma ha l’entusiasmo giusto e il talento giusto per poterci provare. Non ho mai dati consigli a Vale se non sui videogiochi e la musica”.

Franco Morbidelli ha poi analizzato il modo di allenarsi di Valentino Rossi e ha designato anche il suo erede in Moto2, ovvero Oliveira, anche se il romano non ha voluto più di tanto sbilanciarsi su chi può vincere o meno il mondiale Moto2 2018. Il rider capitolino si è poi detto soddisfatto di aver scelto la Honda per il suo approdo in MotoGP avendo trovato una moto molto docile.

Franco Morbidelli poi ha parlato anche del suo futuro: “Mi piacerebbe andare forte almeno quanto Zarco. Sarebbe fantastico un giorno far parte del team di Rossi in MotoGP, ma credo sia ancora un’ipotesi lontana, ci vogliono anni prima che ciò si realizzi”.

Antonio Russo