CONDIVIDI
Franco Morbidelli (©Getty Images)

Franco Morbidelli arriva da una stagione trionfale in cui ha riportato finalmente l’Italia a vincere un titolo nel Motomondiale. Al nostro paese il titolo mancava dal 2009 di Rossi, mentre per quanto concerne la categoria di mezzo del circus la corona iridata latitava dal 2008 quando a vincerlo fu Marco Simoncelli.

La vittoria del mondiale ha permesso a Franco Morbidelli di approdare in MotoGP dove ad attenderlo ha trovato una Honda clienti. L’italiano ha chiuso questa seconda giornata di test al 16° posto. Interessante, invece, l’incrocio dei tempi tra le due giornate di prove. Il Morbido, infatti, ha staccato il 17° tempo, ma soprattutto è stato il migliore tra i rookie.

Morbidelli vuole capire le gomme

Come riportato da “Speedweek”, l’italiano a margine delle prove ha così dichiarato: “Sono stati due giorni piacevoli, mi sono divertito molto e oggi sono migliorato tanto. Oggi sono stato più veloce di ieri. Il divario si è ridotto in modo significativo. Non mi aspettavo un passo in avanti così evidente, sta andando tutto bene”.

Franco Morbidelli ha poi continuato: “Non è più la Moto2 devo cambiare il mio stile. Devo anche prendere confidenza con la nuova elettronica. Il processo di apprendimento continua, devo capire anche meglio le gomme. Ai box ci sono molti italiani, ma parliamo quasi sempre in inglese. Quando finiamo però parliamo italiano tra noi”.

Il campione del mondo Moto2 ha poi parlato del suo ritmo: “Alla fine ho guidato solo 1 decimo più lento rispetto al miglior giro in gara di Marquez di domenica, non è così male. Sono fiducioso e guardo le cose passo dopo passo. Ora attendo solo la prossima tappa che è Jerez”.

Antonio Russo