CONDIVIDI
Franco Morbidelli
Franco Morbidelli (©Getty Images)

Franco Morbidelli si gode la vittoria del titolo mondiale Moto2 e i primi approcci sulla MotoGP nei test di Valencia. Un 2017 da incorniciare per il 22enne pilota romano. Un anno che rimarrà per sempre tra i suoi migliori ricordi.

E una stagione che giustamente merita di essere festeggiata. E ieri a Babbucce, a 6 km da Tavullia, è andato in scena un evento per celebrare il ‘Morbido’. Presenti Alessio ‘Uccio’ Salucci, Mauro Sanchini e ovviamente famigliari, amici, fidanzata e tifosi. Non Valentino Rossi, che non ha voluto evidentemente togliere i riflettori dal festeggiato.

Franco Morbidelli in festa per il titolo Moto2

Queste le parole che Franco Morbidelli ha rivolto al pubblico presente a Babbucce per celebrarlo: «Festeggiare qui ha un sapore speciale per me e mi riempie di gioia: abito proprio in questa via, là in fondo – riporta il Corriere dello Sport – In questi pochi metri ho fatto tutto quello che c’era da fare per un ragazzino: prima la bici, poi il motorino, quindi la minimoto. Sono anche caduto tante volte su questo pezzo d’asfalto. Mi piace vedere tanti bambini qui, con il numero 21 stampato sulla bandiera: quando sei piccolo, un pilota ti sembra una specie di super eroe e io spero di esserlo per tutti loro».

Il pilota romano, che possiede origini sudamericane grazie alla madre brasiliana e parla anche il portoghese, racconta di aver anche pensato con anticipo ai festeggiamenti per la vittoria del titolo mondiale Moto2: «Ho cominciato a pensare a questa festa dopo l’Australia. Mentre ero in volo, sull’areo per la Malesia, facevo un sacco di calcoli su quanto mi sarebbe servito per diventare campione a Sepang. Poi mi son detto “Basta Franco, se entri nel tunnel è finita”. E non ho pensato più a niente. Poi Luthi si è fatto male e sono diventato campione prima di correre. È stato strano, lì per lì non sapevo cosa fare, non avevo nemmeno una moto sotto per impennare. Mi è mancato vincerlo sul traguardo e spero di avere un’altra occasione nella vita perchè questo accada».

Speriamo che Morbidelli abbia moto di togliersi delle soddisfazioni anche in MotoGP. Sicuramente il 2018 sarà un anno di apprendimento, però ci aspettiamo qualche guizzo da parte sua. In ottica 2019, quando le carte potrebbero essere rimescolate, sarà importante per Franco aver fatto una buona stagione. Conta molto crescere costantemente e non andare in crisi. I momenti difficili sono normali, ma vanno superati.

Ciao ragazzi! Domani festeggiamo! Vi aspetto numerosi e carichi???

Un post condiviso da Franco Morbidelli Official (@frankymorbido) in data:


Matteo Bellan