CONDIVIDI
Valentino Rossi (©Getty Images)

Max Biaggi si gode la sua vita 2.0 dopo l’incidente rimediato quasi un anno fa sul circuito di Latina. Da allora la sua vita è cambiata, niente più corse in moto, vita da single e massima attenzione sull’amore per i suoi due figli e per l’avventura nel CEV con il suo omonimo team. L’obiettivo è approdare in Moto3 nel 2019 dopo la mancata ascesa prevista per questa stagione.

Con l’avvicinarsi delle giornate di primavera sarà difficile non resistere alla tentazione di un giro in moto. “Per ora non ne ho sentito il bisogno. Certo, era inverno. Magari in qualche bella giornata di primavera chissà”, ha detto Max Biaggi in un’intervista al ‘Corriere della Sera’. E sul Mondiale 2018 di MotoGP? Il Corsaro vede come favorite Honda e Ducati: “Marc ormai è a livelli incredibili: può cascare 10 volte in un weekend e vincere con la moto integra. A volte sembra che sfidi il destino”. Ma Andrea Dovizioso è in forte crescita, ha tirato fuori coraggio e talento “e lotterà per il titolo. Anche perché la Ducati sembra avere trovato la base tecnica buona per tutti i circuiti”.

Mentre Jorge Lorenzo resta in dubbio, sia a livello di competitività che contrattuale, l’ex storico avversario Valentino Rossi pare abbia ancora le carte in regola per ambire al titolo iridato: “Viene dal suo anno peggiore in Yamaha, è vero, ma se parte bene prende il turbo. Quando non sei più un ragazzino, partire col piede giusto è iper motivante”. Ha ancora l’età per essere all’altezza della situazione? “Certo che si può. Essere negli -anta in moto non è un problema mentale. Finché corri, non guardi il presente per quello che è, sei sempre già alla curva dopo. L’incognita è il fisico – ha concluso l’ex campione romano -. Reggerà o no?”.