CONDIVIDI
Maverick Vinales (©Getty Images)

Il bicchiere di Maverick Vinales sin qui è molto probabilmente mezzo vuoto. Il pilota spagnolo, infatti, nella pre-season sembrava non avere rivali martellando giri record su giri record. Tutti, infatti, si aspettavano di vederlo ammazzare il campionato già a metà stagione, un po’ come era accaduto a Marc Marquez nel 2014, quando mise in fila 10 vittorie consecutive nei primi 10 Gran Premi.

Tutto ciò, invece, non è accaduto. Maverick Vinales, infatti, a dispetto di un indubbio talento ha sin qui messo insieme due vittorie nei primi due Gran Premi (aiutato anche un po’ dalla caduta di Zarco in Qatar e da quella di Marquez in Argentina), dopodiché è scivolato ad Austin e a Jerez, mentre la Yamaha entrava nella crisi più profonda dell’anno sin qui, ha portato a casa un 6° posto.

Contento dopo il test di Jerez

Insomma, fin qui, più che ammazzare il campionato, Maverick Vinales lo ha riaperto. Complice un Rossi costante e straordinario come sempre, complice un Marquez capace di vincere le avversità delle prime due gare, lo spagnolo della Yamaha si è ritrovato d’improvviso in lotta con tutti, lui che secondo i pronostici della vigilia aveva già il mondiale in mano.

Maverick Vinales in merito al prossimo Gran Premio ha così dichiarato: “La gara di Jerez è stata molto difficile per noi. Ora dobbiamo capire quello che è successo e cercare di migliorare questo fine settimana sul circuito di Le Mans. Per fortuna lunedì durante il test a Jerez abbiamo ottenuto un risultato completamente diverso, è stato davvero un buon test”.

Lo spagnolo ha poi continuato: “Per questo motivo arriviamo in Francia con una mentalità positiva. Le Mans è una buona pista per noi, si adatta al mio stile guida e saremo in grado di fare davvero un gran lavoro qui”.  Insomma, Maverick Vinales sembra davvero convinto dei propri mezzi e di poter ritornare al successo.

Antonio Russo