CONDIVIDI
Maverick Vinales e Marc Marquez (©Getty Images)

Maverick Vinales e Yamaha necessitano di un gran balzo in avanti prima di poter pensare al titolo mondiale. La Casa di Iwata deve risolvere i problemi di grip al posteriore, sul bagnato e sui circuiti con scarsa aderenza. Lo spagnolo deve migliorare il suo stile di guida se vorrà avere la meglio su un fenomeno del calibro di Marc Marquez.

Bisogna approcciarsi ai Gran Premi in maniera diversa e magari prendere ispirazione proprio dal campione in carica. “Marc fa molto bene l’allenamento, cerca il limite e sa come trovarlo, è una delle sue qualità, ottiene il meglio dalla moto, questo è quello che dobbiamo imparare, andare a cercare quel limite, anche se questo potrebbe causare più cadute”, ha dichiarato Maverick Vinales al ‘Marca‘. “Ne ho avute tre tutto l’anno, non succede nulla, posso cadere molto di più, non ho intenzione di fare nulla, provare a portare la moto oltre le sue possibilità in allenamento, poi in gara, è chiaro che devi finire”.

Fino alle prime gare del Mondiale il pilota di Figueres sembrava irraggiungibile, ma è bastato che Michelin introducesse la carcassa anteriore più dura per ribaltare la situazione. E’ letteralmente passato dalle stelle alle stalle, con il team Movistar Yamaha reo di non essere riuscito ad adattare la M1 al cambiamento. Alla fine il tanto atteso duello Vinales-Marquez non c’è mai stato, salvo un leggero attrito al Sachsenring: “In realtà non c’è stato nessun incidente in Germania, lo abbiamo chiarito nel pomeriggio, ho molto rispetto per tutti i piloti. Poi, in pista, vince il migliore e dei tocchi ci possono essere. In gara non ci siamo mai incontrati, né siamo stati al livello per battagliare”.

Ma la concorrenza non arriva solo dal fronte Honda. Andrea Dovizioso si è rivelato più ostico del previsto. “Ci sono state gare molto strane, inoltre c’è stata molta acqua, che non è stata la nostra forza, ma è il forte della Ducati. Ma sono stati molto competitivi anche sull’asciutto e se lo meritano, perchè si sono molto evoluti anche durante l’anno”.

 

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori