CONDIVIDI
Marc Marquez
photo Twitter

In un’intervista a ‘L’Equipe’ Marc Marquez manda un messaggio a Valentino Rossi: “Se ha paura è un problema suo”.

Marc Marquez ha parlato in conferenza stampa solitaria ma anche ai microfoni del quotidiano francese ‘L’Equipe’ dove ha ribadito le riflessioni del post gara. Il campione della MotoGP ha respinto le accuse del Dottore e replicato: “Se ha paura è un problema suo non mio“.

Ha ripercorso il tragitto che lo ha portato ad Austin dove è chiamato alla sua prima vittoria stagionale su un tracciato a dir poco favorevole alla Honda e al suo stile di guida. “Ero a Minneapolis lo scorso fine settimana con la mia squadra e siamo andati a divertirci insieme. Il bowling è molto popolare negli Stati Uniti, è per questo che ho postato questo video (nessuna provocazione, ndr). Chi mi segue lo sa, di solito pubblico tutto ciò che faccio sui social network”, ha ammesso al giornale transalpino. Dopo la tempesta del GP d’Argentina “ho trascorso due giorni in Brasile, uno per un evento con uno dei miei sponsor, il secondo in una scuola con l’Unicef. È stata una bellissima esperienza. E poi sono andato a Minneapolis per partecipare ad un round del campionato americano Supercross, che è la mia grande passione”.

Marc Marquez ha sottolineato il suo desiderio di voler voltare pagina e guardare avanti, “il resto non ha importanza… sono un pilota che impara dai suoi errori” e ricordato come le condizioni dell’asfalto a Rio Hondo fossero “molto difficili”. Ma non accetta l’appellativo di pilota pericoloso per gli avversari nè il timore di Rossi a correre con lui in pista: “E’ un problema suo non mio”. Il ritorno in pista basterà a mettere fine alle polemiche?