CONDIVIDI
Marco Melandri
photo Aruba Racing

Al Buriram Marco Melandri ha dato veramente tutto, ma ha dovuto lottare più con la sua Ducati Panigale R che con gli avversari. Il ravvenate, dopo la doppia vittoria di Phillip Island, ha ceduto la testa della classifica a Jonathan Rea ora al comando con due punti di vantaggio, ma nel box della Rossa si attende un colpo di coda in vista della prossima gara ad Aragon di metà marzo.

Difficile risalire alle vere cause del problema considerando la vittoria e il podio di Chaz Davies nel week-end thailandese e la grande prestazione del team privato Barni con Xavi Fores. Marco Melandri ha avuto difficoltà sin dalla qualifica con una caduta, poi in entrambe le manche ha patito problemi di chattering tanto da sembrare di dover pattinare sul ghiaccio. In Gara-2 si è dovuto accomodare del 7° posto: “Abbiamo apportato alcune modifiche al set-up, ma sfortunatamente non hanno funzionato come sperato”, ha detto il 35enne pilota del team Aruba.it Racing con un certo malumore. “Anche oggi la moto si muoveva molto ed è stata una gara difficile. Ho cercato di lottare e rispondere colpo su colpo ma non mi era possibile fare di più oggi. Comunque non ci arrendiamo, il campionato è ancora lungo e sono fiducioso che troveremo una soluzione. Andremo ad Aragon ancora più agguerriti“.

Nelle prime due uscite stagionali della SBK le Ducati hanno dimostrato di potersela giocare con la Kawasaki quasi alla pari, ma serve più lavoro da parte dei tecnici di Borgo Panigale. “Chaz ha condotto una gara praticamente perfetta – ha detto Serafino Foti, team manager Ducati -. Se consideriamo le difficoltà incontrate in passato qui, questa è una vittoria ancora più importante per il team e tutte le persone che lavorano a casa. Siamo naturalmente molto dispiaciuti per Marco, che ha dato tutto in pista ma purtroppo oggi non avrebbe potuto fare di più. Lavoreremo ancora più duramente per fare sì che entrambi i nostri piloti possano esprimersi al meglio a partire da Aragon”.

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori