CONDIVIDI
Marcello Lippi
Marcello Lippi (Getty Images)

Sono tanti i personaggi famosi che già dai fatti di Sepang hanno espresso la loro opinione su quanto avvenuto a Valentino Rossi schierandosi anche dalla sua parte. Tra questi c’è Marcello Lippi, ex allenatore della Juventus e della nazionale italiana, che dopo l’episodio della Malesia aveva ammesso che il pilota italiano aveva sbagliato nella sua reazione ma che era caduto in un trappolone orchestrato da Marc Marquez e che dunque il gesto era stato indotto dal nervosismo. Nessun dubbio dunque sulla malafede dello spagnolo, reo di aver agevolato Jorge Lorenzo.

Lo stesso Marcello Lippi è tornato a parlare di MotoGP all’indomani del Gran Premo di Valencia, atto finale del campionato 2015, e ai microfoni di Radio2 ha dato una sorta di consiglio a Valentino Rossi: “Da 20 anni è lo sponsor più grande della MotoGP, adesso, come vendetta sportiva, l’ideale sarebbe ritirarsi e fare un’altra cosa, tipo la Superbike, perché il mondo della moto perde senza di lui del 50%. Solo questa decisione potrebbe essere il riscatto di quanto è successo”.

L’ex commissario tecnico della nazionale consiglia dunque al Dottore di lasciare definitivamente la MotoGP per ritirarsi oppure per affrontare una nuova avventura come potrebbe essere la Superbike. Ma Valentino Rossi ha già chiarito che nel 2016 correrà ancora nella classe regina del Motomondiale con la Yamaha, visto anche che possiede un altro anno di contratto. Per il 2017 poi valuterà come proseguire eventualmente la sua carriera. L’ipotesi SBK non è mai sembrata essere molto concreta perché il pesarese non si è sempre mostrato un po’ riluttante all’idea di approdare in un campionato di Serie B rispetto a quello dei prototipi. Bisogna poi dire che comunque quella competizione è organizzata sempre dallo stesso soggetto che si occupa della MotoGP, ovvero la Dorna di Carmelo Ezpeleta.