CONDIVIDI
photo Twitter

Una bellissima giornata di sole e ventiquattromila fan hanno affollato gli spalti di Motegi per l’edizione 2017 dell’Honda Racing Thanks Day. Una grande cerimonia d’onore per il neo campione del mondo MotoGP Marc Marquez e il compagno di squadra Dani Pedrosa, insieme da altre personalità del motorsport HRC, tra cui il pilota del MotoGP Takaaki Nakagami, il pilota di Trial Takashisa Fujinami, il pilota della MXGP Tim Gajser, la star di casa Takuma Sato (che quest’anno è diventato il primo pilota giapponese a vincere la 500 di Indianapolis), Jenson Button e Stoffel Vandoorne.

Unendo i piloti ufficiali dei vari programmi motoristici Honda, l’evento offre ai fan l’opportunità di incontrare e salutare i loro eroi in un contesto rilassato e disinvolto. Marc e Dani hanno iniziato il weekend venerdì sera con una cena all’Hotel Shangri-La di Tokyo, celebrando la conquista dei Campionati Piloti, Costruttori e Team World, e sabato si sono trasferiti al Circuito di Motegi, dove si sono divertiti a guidare una macchina del campionato F3 giapponese per la prima volta. Oggi i fan hanno potuto ammirare da vicino il duo Repsol Honda divertendosi e partecipando a gare a due e quattro ruote. Le competizioni con le vetture Karts, Super Cubs e Honda Sport & Eco Fit (Jazz) sono state incluse nelle attività di pista.

“Mi piace molto l’Honda Racing Thanks Day perché ogni anno diventa sempre più interessante e divertente per noi – ha dichiarato Marc Marquez -. Tutto è sempre perfettamente organizzato e proviamo molte macchine e moto diverse, quest’anno, ad esempio, abbiamo avuto la possibilità di guidare una macchina F3. È stata una nuova esperienza che mi è piaciuta molto, quindi grazie a Honda per questo trattamento speciale. Oggi è stato un onore fare un giro insieme a Takuma (Sato) che ha vinto ad Indy! Poi incontrare tanti fan giapponesi, quando veniamo qui per il GP sono sempre così solidali e ci fanno sentire davvero i benvenuti, quindi sono felice di essere qui per loro e di poter celebrare insieme un’altra grande stagione. Il titolo era il nostro obiettivo principale, ma aver anche ottenuto la Triple Crown con i Costruttori e il Team Titles è una sensazione particolarmente speciale”.