CONDIVIDI
Marc Marquez
photo Twitter

Parlando ai media dopo aver partecipato con il resto dei suoi compagni di squadra Repsol Honda in un atto della campagna Repsol ‘Stop bullismo’ che si è tenuto nella scuola salesiana di Saragozza, Marc Marquez ha riconosciuto che la sua spalla “è al limite” e che non “può più attendere”.

Il fenomeno di Cervera sarà sottoposto ad intervento chirurgico dopo il test di Jerez, precisamente il prossimo 4 dicembre presso l’Hospital Universitario Quirón Dexeus dalle sapienti mani di Xaver Mir per correggere l’allungamento dei legamenti che tengono la testa omerale nella scapola. Da Motegi il problema delle dislocazioni è diventato cronico anche se riesce ad adattarsi con una manovra manuale, come dimostrato dopo il giro d’onore per la sua vittoria iridata, in seguito ad semplice abbraccio da parte di Scott Redding. Dopo il test di Jerez parteciperà al consueto appuntamento dell’Allianz Junior Motor Camp 2018 e l’1 e 2 dicembre il Gala dei Premi FIM ad Andorra. Il periodo di recupero è fissato tra cinque e sei settimane. (Per saperne di più su Marc Marquez LEGGI QUI)

A Valencia, nonostante abbia avuto l’opportunità di testare la sua nuova moto, Marc Márquez non ha ancora potuto scambiare opinioni con Jorge Lorenzo, che sarà il suo nuovo compagno di squadra, ma ha confessato che spera di trovarlo presto nel box per un primo scambio di opinioni.

Sull’evento anti bullismo il campione del mondo si è detto onorato di poter partecipare per il quinto anno consecutivo ad un evento del genere: “È il quinto anno consecutivo che facciamo questo tipo di azione in una scuola, per cercare di aiutare i bambini o dare loro punti di vista diversi in relazione al bullismo . È divertente, perché a volte ascoltano di più qualcuno che appare in televisione come noi, piuttosto che i loro insegnanti o i loro genitori. Questa volta il motto è ancora “Stop al bullismo”, un problema che colpisce molti bambini e che molti soffrono in silenzio. È molto importante che queste situazioni non siano messe a tacere. Abbiamo inviato il nostro sostegno a loro e abbiamo ricordato che chiunque, più o meno forte, più o meno coraggioso, ha bisogno di aiuto per tutta la vita “.

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori