CONDIVIDI
Marc Marquez (Getty Images)

Marc Marquez è il campione del mondo in carica, negli ultimi 7 anni ha vinto ben 5 campionati mettendo in fila record su record. Tutti quindi attendevano la sfida tra lui e Maverick Vinales per la leadership di questa stagione, con Valentino Rossi poco dietro, ma tutto ciò non si è verificato. I due spagnoli sinora non sono mai entrati in contatto in un uno contro uno. Inoltre, sinora, il pilota Honda ha decisamente deluso, complice anche una moto non sempre all’altezza del suo talento. Per ora l’unico acuto registrato è stato quello di Austin.

Al Montmelò la pista è storicamente famosa per avere poco grip, caratteristica che spesso aggrada le Honda. Marc Marquez in merito a ciò ha così risposto: “Speriamo di si, l’anno scorso la gara è andata bene. Il circuito per me non è dei migliori, però i test sono andati bene. Vedremo come va con l’aderenza domenica, se farà molto caldo, Cercheremo di ottenere la migliore aderenza possibile. Credo che comunque possiamo esserci, possiamo fare una bella gara”.

Le nuove gomme creano confusione

Sulla scelta della gomma, invece, Marc Marquez dichiara: “Abbiamo fatto dei test sul posteriore abbiamo avuto problemi di degrado, ma non enormi. Sull’anteriore, invece, per me è più difficile. Nei test le cose sono andate molto bene con un pneumatico che però non è stato portato qui e quindi cercheremo una mescola diversa. Per me quello che rende le cose difficili è che con 50° non abbiamo bisogno di un pneumatico asimmetrico. Onestamente questa cosa crea confusione”.

Marc Marquez parla anche del divario che lo separa dalla vetta e delle sue speranze mondiali: “Nel 2015 eravamo completamente diversi. Ora sappiamo esattamente dove sono i problemi e sappiamo anche che se riusciamo a risolverli possiamo essere competitivi su una serie di tracciati. Stiamo lavorando su quei problemi”.

Lo spagnolo ha anche parlato del nuovo Gran Premio in Thailandia: “Francamente 18 gare sono già tante. Non so quali siano i piani per il futuro, ma al massimo credo 20 gare siano il limite, almeno per me. La Thailandia è un tracciato nuovo, a me le piste nuove piacciono, mi trovo sempre bene sulle nuove piste, quindi perché no”.

Infine, Marc Marquez ha anche ammesso di aver provato forti emozioni proprio al Montmelò con la KTM, quando mise per la prima volta mano su una moto del Motomondiale.

Antonio Russo

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori